La mia giocata al Fantagoverno

Dati i numeri dei giocatori in campionato vedo due squadre più accreditate per la vittoria del Fantagoverno, iniziato ufficialmente oggi e che sta vedendo impegnati 60 milioni di Presidenti della Repubblica. La squadra Rossa, Stellati&Trombati, sembra quella più apprezzata dai radiocronisti, ma i numeri dicono che servono almeno 100 acquisti nella metà campo della camera e 50 in quella del senato per arrivare a vincere il campionato della fiducia. Il che significa che è impensabile un acquisto di singoli giocatori, ma è necessario un accordo con l’intera squadra dei Trombati PD per vincere. Ora, l’accordo è proprio quello che gli […]

  

Una vittoria persa

Era davvero a portata di mano la vittoria, mancavano pochi punti percentuali per arrivare alla maggioranza dei seggi. Le condizioni erano favorevoli. Una politica dei governi di sinistra che aveva distrutto, impoverito e nauseato, confermata dalla sonora sconfitta, non solo di Renzi, ma di tutta l’accozzaglia di presidenti di camera, senato e governo (le minuscole sono volute). C’era il timore di tanti italiani di ritrovarsi un governo di incompetenti ancora più statalista e parassitario di quelli avuti finora. Ancora i seggi assegnati non sono chiari e ogni scenario è possibile, per cui è presto per ipotizzare qualsiasi soluzione governativa, ma […]

  

Presuntuosi che votano per lo sfacelo. No, grazie.

Se c’è qualcuno peggiore dei grillini/comunisti 2.0 sono i presuntuosi che ne contrastano le idee, ma consigliano di votarli o di astenersi per portare l’Italia finalmente al declino, che prima volevano fermare e ora vogliono così agevolare. E perché lo fanno? Che senso ha visto che si spacciano per liberali? Se credono che l’unica soluzione ai mali dell’Italia sia il libero mercato perché vogliono consegnare l’Italia al peggior statalismo? Solo per dimostrare di aver ragione. Nella loro immensa presunzione, visto che non sono riusciti a cambiare loro l’Italia, vogliono far toccare il fondo agli italiani così che finalmente, dopo aver […]

  

Programma del buon senso – Gestione delle infrastrutture di rete affidata a consorzio obbligatorio aperto a tutti i fornitori

RIFORMA INFRASTRUTTURE DI RETE

L’acquisizione americana di Italo dimostra come, nonostante tutte le inefficienze delle infrastrutture di rete italiane, il nostro mercato possa ancora attrarre investitori. Purtroppo, scontiamo ancora la privatizzazione-truffa di prodiana memoria con cui sono state svendute le nostre reti monopolistiche a finte s.p.a. (tipo Ferrovie, tuttora in mano pubblica) o finti capitani coraggiosi, passando dal disastroso monopolio pubblico all’inefficiente e costoso monopolio privato. Chi ci rimette ovviamente siamo noi, che non solo abbiamo strapagato la costruzione, ma non riusciamo neppur ad avere una concorrenza degna di questo nome per abbassare i prezzi. Sono tutti quei monopoli in cui la concorrenza è […]

  

Programma del buon senso – Ridurre numero enti locali con disincentivi fiscali

riduzione enti locali

Vuoi il tuo sindaco, consigliere, ufficio anagrafe, capo dei vigili e tutti i dipendenti comunali annessi sotto casa? Te li paghi tu. Vuoi la provincia, la regione, la comunità montana, il municipio sotto casa? Te li paghi tu. Chiamala sussidiarietà, chiamalo federalismo fiscale, se vuoi. Io lo chiamo no representation without taxation, non perché ami gli inglesismi, ma perché adoro il correlativo principio no taxation without representation, ma uno senza l’altro portano alle voragini pubbliche causate dagli enti locali in Italia. Per far capire agli italiani quanto costano questi ultronei apparati burocratici, a quanto pare, non sono bastate le addizionali […]

  

Programma del buon senso – Pagare Coop e ONG per rimpatriare gli immigrati irregolari

RIMPATRIO IMMIGRATI IRREGOLARI

“Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, fattelo amico” diceva Giulio Cesare. È inutile che ci giriamo intorno, le Coop e le ONG hanno creato sugli immigrati un sistema di potere e un business troppo redditizio per sperare di combatterlo con il proclama “tutti a casa”. Sì, d’accordo, ma come? Un esercito di 7 milioni di sedicenti volontari votanti non lo sconfiggi con le chiacchiere. E allora se il reale obiettivo, malamente nascosto dietro la favola della bontà e dell’accoglienza, sono gli affari milionari che fanno sulle spalle di questi disgraziati è su quella leva che bisogna agire. Ragioniamo con […]

  

Programma del buon senso – Sezioni specializzate per far giudicare ai cittadini la responsabilità dei magistrati.

RESPONSABILITÀ DEI MAGISTRATI

I giudici e i PM non sono eletti e non sono altro che dipendenti pubblici che, come tali, devono essere giudicati. È un compito delicato quando privo di controllo, perché rischia di finire nelle mani sbagliate di presuntuosi che si arrogano il potere, che mai dovrebbero avere, di decidere loro le leggi, anziché applicarle, pur senza avere alcuna rappresentatività. E nessuno è più pericoloso di chi ha la possibilità di decidere della vita altrui senza assumersene la responsabilità, nascondendosi dietro una presunta superiorità morale. Non solo, quindi, i magistrati dovrebbero poter essere sempre giudicati per le loro azioni e pagare […]

  

Programma del buon senso – Licenziamento libero con termini di preavviso variabili in base allo stipendio

licenziamento preavviso

Non se ne può più di sentire proclami elettorali senza né capo né coda né copertura economica né logica. Non se ne può più di leggere solo critiche incrociate senza soluzioni alternative. Provo a fare l’operazione inversa: le proposte elettorali ai partiti le faccio io e chi si impegna ad approvarne di più nel suo programma avrà il mio voto. La sfida è aperta a tutti gli elettori. Metto a disposizione questo blog per le vostre idee, scrivetemi su barbaradisalvo123@gmail.com e le elaboriamo insieme. Le proposte devono essere rigorosamente di buon senso, niente proclami irrealizzabili, niente sparate incostituzionali, a meno che […]

  

L’EUrss e i piani quinquennali per l’economia

eurss

Quanto sono subdoli, hanno sempre un buona scusa per imporci le normative europee più assurde. Ovviamente dicono che lo fanno per il nostro bene perché noi siamo bambini cattivi e ignoranti che non sanno scegliere per il proprio bene. La scusa più in voga è la bufala del millennio del riscaldamento globale, ma qualsiasi idiozia che odori di ambientalismo è utile alla bisogna. Oggi sono i sacchetti di plastica per frutta e verdura che sono arrivati persino ad imporci di acquistare a prezzi folli. Manco Stalin, poi, era arrivato al divieto di regalare un bene, in aperto contrasto con il […]

  

Dissenso e satira

Ormai siamo in campagna elettorale e la censura su FB si fa sempre più pressante e ai limiti dell’assurdo, ma la strategia non è affatto assurda, è vecchia come l’uomo e la ricerca di potere. Oggi, l’ennesimo incredibile blocco di un interessante reportage della BBC  mi ha fatto tornare in mente un pezzo che avevo scritto tempo fa per un bellissimo libro dell’associazione Dito nell’occhio, Parole in libertà. Lo so che è lungo, ma ve lo ripropongo perché vale la pena capire quanto sia pericolosa questa strategia. Non sono solo parole. Sono memi, idee, unità culturali che come i geni […]

  

Il blog di Barbara Di © 2018