Dignità è la parola più utilizzata oggi per commentare il no greco all’Europa. Sì, bravi, moto d’orgoglio, al diavolo i diktat della Troika, dagli alle banche, libertà, democrazia e avanti di populismo a fiumi. Quanto sono dignitosi questi greci che hanno votato no alle garanzie richieste dai creditori per continuare ad essere credibili e ricevere ulteriori soldi a scrocco. Tanto dignitosi quanto un imprenditore che entra in un consorzio Confidi, paga una quota minima, falsifica i bilanci, grazie alle garanzie degli altri consorziati ottiene prestiti a ottime condizioni, poi spende tutto in peripatetiche e ouzo e quando arriva il momento […]