Ma fatela finita con queste giornate dell’ipocrisia

Non se ne può più di questa retorica alla giornata con cui i soliti ipocriti pensano di lavarsi la coscienza infiocchettando frasi fatte. Festeggerò la giornata contro la violenza sulle donne quando gli stessi ipocriti che la promuovono smetteranno di considerare il velo una libera scelta culturale. Proprio perché è la cultura il terreno di coltura della violenza. Le culture non sono affatto tutte uguali e soprattutto non sono tutte libere, anzi in realtà nessuna lo è proprio perché condiziona, volenti o nolenti, le nostre scelte. E la violenza, per definizione, è una coercizione della libertà. Una violenza psichica che […]

  

Vi propongo un affarone

Volete diventare soci di una società innovativa? Fidatevi, è un affare imperdibile che non vi si ripresenterà. Vi spiego come funziona. Voi acquistate una quota della società, ma è solo simbolica, pochi spiccioli da cui vi prometto ricaverete grandi utili. Non avrete da preoccuparvi di nulla perché penserà a tutto il Consiglio d’Amministrazione, di cui io sarò Presidente, che deciderà come investire i vostri soldi nel vostro interesse per farli fruttare al meglio. Abbiamo in mente grandi opere che non solo vi porteranno un enorme ritorno economico, ma vi miglioreranno anche la vita. Non vi annoieremo così con inutili assemblee […]

  

La lettera agli italiani all’estero pagata dal Governo? Se 3 indizi fanno una prova.

lettera italiani all'estero

Aut. SMA: GIPA/CN/ER/0002/2013, la chiave per scoprire la verità su chi ha pagato la spedizione della famigerata lettera a favore del Sì ai 4 milioni di italiani residenti all’estero è tutta in questo codice. È stato calcolato che i costi si dovrebbero aggirare trai 4 ai 14 milioni di euretti, che non sono bruscolini, soprattutto se chi li ha pagati non poteva utilizzarli per scopi personali di propaganda politica di parte. Osservando la foto della lettera inviata a Gerusalemme, e tralasciando la gravità di aver scritto Palestina su cui ogni commento è superfluo, mi è saltato all’occhio quel codice. Cosa […]

  

Il blog di Barbara Di © 2018