Perché i cinque sensi e le emozioni che trasmettono sono l’essenza della vita. Il sesto senso lo utilizzo per analizzare quanto accade da un punto di vista egoistico.

Perché se ci siamo evoluti, abbiamo creato la civiltà ed aumentato il nostro benessere è solo grazie all’egoismo e per questo lo difendo.

Perché il contrario di egoismo non è altruismo, ma autolesionismo. Perché l’ipocrisia politicamente corretta ci sta portando all’autodistruzione.

Perché osservando quali egoismi determinano i comportamenti, le scelte politiche ed economiche si comprende meglio e prima se una proposta di legge o un’iniziativa economica abbiano qualche speranza di riuscita o siano destinate a far solo danni.

Perché nel libro In difesa dell’egoismo (ed. Rubettino) di egoismi ne ho individuati cinque e la differenza fondamentale tra un santo ed un mascalzone è nel loro equilibrio, non nella loro impossibile, innaturale e controproducente assenza.

Per iniziare ad avere dimestichezza con i vostri egoismi, ve li presento.

EGOISMO INTERIORE PURO: istinto di sopravvivenza che induce a soddisfare i bisogni primari di sostentamento, riposo e difesa, evolvendosi per vincere la lotta per l’accaparramento delle risorse e la selezione naturale.

EGOISMO INTERIORE PSICOLOGICO: ricerca del benessere e del piacere appagando i bisogni secondari, evoluzione umana dei bisogni essenziali, generati dai sensi e dalle emozioni grazie ai gusti.

EGOISMO ESTERIORE PURO: istinto di procreazione, desiderio di dare immortalità ai geni attraverso i figli, aiutandoli a crescere ed essere in grado a loro volta di procreare.

EGOISMO ESTERIORE PSICOLOGICO: desiderio di dare immortalità a memi, pensieri, idee, cultura, tradizioni e di tramandare il proprio nome e gesta ai posteri.

EGOISMO SOCIALE: consapevolezza degli esseri umani della necessità di interagire e collaborare con gli altri membri di una sfera sociale, che induce a soddisfare al meglio gli egoismi interiori ed esteriori attraverso la collaborazione, la suddivisione dei compiti e lo scambio tra egoismi.