Il gene dalla doppia faccia, è buono e cattivo

L’hanno battezzato “onco-Giano” perchè è il primo gene mutante bifronte (dal nome della divinità latina con due facce): presente nelle cellule tumorali, fino ad una certa quantità ne favorisce la diffusione, mentre al di sopra di quella soglia inizia a bloccare la proliferazione del cancro. L’effetto bivalente della mutazione genetica è stato scoperto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Bologna. “Siamo anche riusciti a spiegare il meccanismo biochimico con cui il gene mutato, se abbondante, può arrestare la crescita dei tumori” precisano gli studiosi. Si apre così una strada per nuove terapie in corso di sperimentazione, come riferito dalla rivista […]

  

L’altra verità sul peperoncino

Mi scuserete, quello che sto per raccontarvi non c’entra con gli argomenti del blog, ma forse a qualcuno è utile lo stesso. Stavo curando le piante del mio piccolo  balcone (cittadino) –  occupazione che mi coinvolge sempre più – quando mi è arrivata una telefonata dalla banca. In verità ho chiamato io, in banca, dopo aver trovato tre chiamate non risposte nel giro di pochi minuti e un messaggio imperioso:  “Contatti subito il signor taldeitali” (il direttore dell’istituto). “Signora, ci è tornata indietro la sua nuova carta di credito, era all’ufficio postale e lei non l’ha ritirata”. Esatto, non l’ho […]

  

Vaccino genetico anti-cancro, test sull’uomo

Sta per partire una sperimentazione sull’uomo di un vaccino antitumorale a base genetica, il vaccino a Dna. Il vaccino anti-cancro è stato messo a punto dai ricercatori delle università di Camerino (Macerata) e di Torino. Il protocollo è stato approvato un mese fa dall’Istituto Superiore di Sanità e ai primi di novembre dovrebbe iniziare il reclutamento dei pazienti da parte dell’Istituto oncologico veneto a Padova, diretto da Giorgio Amadori. “La sperimentazione animale ci ha dato risultati molto interessanti” ha annunciato Guido Forni dell’università di Torino. Il professore ha spiegato che il vaccino “consiste in un frammento di Dna che viene inoculato intramuscolo nei pazienti […]

  

Breve riflessione sul blog

Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il sole (Qohelet 3,1) Voglio ringraziare Attilio Speciani,  medico omeopata, specialista in intolleranze alimentari e autore del sito Eurosalus. Ha citato il mio blog nella sua pagina Facebook con bellissime parole. Eh… lo so che non si fa, è autoreferenziale ed è immodesto. Ma il suo apprezzamento mi ha reso felicissima, perché lo ha rivolto al blog più che alla mia professione (che, per quanto soddisfacente, non sempre risponde al mio sentire…). Questo spazio nel web sta diventando davvero importante per me, rappresenta molte cose: è una mia creatura,  è […]

  

Giovani sempre più precoci (nel cancro)

Brutte conferme in arrivo: alcuni tipi di cancro al seno, quelli considerati ereditari, correlati alle mutazioni del gene BRCA, stanno comparendo nelle generazioni piu’ giovani con 8 anni di anticipo rispetto all’eta’ in cui il tumore è stato diagnosticato nelle ”antenate”.  E qui non si tratta di diagnosi precoce ma di cancro precoce. Lo affermano i ricercatori dell’MD Anderson Cancer Center dell’Universita’ del Texas di Houston, in una recente pubblicazione. I medici hanno studiato un gruppo di 132 donne, colpite da tumore alla mammella e portatrici di varianti del gene BRCA, 106 delle quali provenivano da una famiglia in cui si […]

  

Un chip nel corpo segnala le metastasi

Questa mi pareva una notizia buona: è stato inventato un microchip  da mettere vicino al tumore (?)  per controllarne la crescita, una sorta di sentinella elettronica che tiene d’occhio la malattia e avverte il medico quando questa prende il sopravvento. Il chip, hanno spiegato i suoi ideatori  (ricercatori dell’ università tecnologica di Monaco e  del gruppo di Sven Becker) a BBC Health online, annidato vicino al tumore,  “respirerebbe” l’ossigeno del tessuto monitorando  la crescita del male e mandando informazioni direttamente al computer del medico. In questo modo il paziente non avrebbe bisogno di sottoporsi a risonanze magnetiche, lastre o mammografie. […]

  

Proibito in Francia l’acido ialuronico nel seno

 In Francia, l’agenzia di sicurezza sanitaria ha deciso di vietare le punture di acido ialuronico  per aumentare il seno, la sostanza iniettata nella mammella  altererebbe le immagini diagnostiche e renderebbe difficile la palpazione.   In pratica si è visto che, gonfiando il seno con l’acido ialuronico, mammografia ed ecografia non riescono a prevedere i tumori allo stadio iniziale. Secondo  l’Afssps il veto è una misura precauzionale, non è messo in discussione il prodotto per gli altri usi estetici: per “riempire” le rughe del viso, rassodare i glutei o i polpacci.  Il gel all’acido ialuronico iniettabile è l’unico prodotto di rimodellamento […]

  

La fine del maiale…

Mi attraggono le notizie che parlano di cibo. Al supermercato mi muovo come un alieno appena atterrato sulla terra, leggo tutte le etichette e scarto le confezioni più vendute: biscotti e crakers all’olio di palma (diffidate dell’ingrediente olio vegetale e privilegiate quelle che riportano olio d’oliva o di semi, in genere se c’è scritto solo olio vegetale significa che è stato usato un olio scadente, tipo di palma), succhi di frutta colorati e dolcificati con sciroppi di glucosio, scatolame salato, pane e farina bianca, formaggi non biodinamici, pesce d’allevamento, tavolette di cioccolata senza l’ingrediente principale, il cacao, che voglio almeno […]

  

Ecco i virus Ogm che divorano il cancro

Alcuni virus Ogm, ossia trattati in laboratorio, riuscirebbero a divorare le cellule maligne di certi tumori lasciando intatte quelle sane. Un virus usato contro il vaiolo e opportunamente modificato, chiamato JX-594, avrebbe rivelato capacità di replicarsi solo all’interno delle cellule neoplastiche (uccidendole). E un altro virus della stessa famiglia di quelli che provocano la rabbia sarebbe efficace nel ridurre i sarcomi dei tessuti molli (zone connettive), un tipo di tumore che colpisce più frequentemente i bambini rispetto agli adulti. Il primo studio è apparso su Nature, è stato messo a punto dagli scienziati dell’Ottawa Hospital Research Institute, dall’università di Ottawa […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2018