L’inganno melatonina

Antiossidante e antitumorale. Senza effetti collaterali. Regola il sistema endocrino e l’umore (ovvero, molto di noi). Diluisce il sangue e innalza il numero di piastrine. Studi in quantità industriale ne dimostrano  benefici in molti tumori, eppure ci hanno sempre raccontato “che favorisce il buon sonno” e basta.  È la melatonina. Bugie? Bugie. Ma finchè internet non c’era, la scenetta reggeva. Ora che Pub Med arriva sullo smartphone, può succedere, cliccando “tamoxifene” di trovare uno studio ormai datato, apparso sul British Journal of Cancer nel 1995 che rivela: “Dopo aver osservato, in donne con tumore al seno metastatico che il tamoxifene non […]

  

Fda, sì al farmaco non sperimentato: uso compassionevole

 Un farmaco compassionevole per il piccolo Josh, sette anni, in fin di vita in un ospedale della Virginia. Un antivirale innovativo,  che si chiama Brincidofovir e non è ancora in commercio ma che la Fda, (l’agenzia del farmaco americana) ha concesso in via eccezionale perché non si sa quanto vivrà Josh. Perché le regole sono regole, sacrosante, ma quando ti ingabbiano la vita è meglio farne a meno. La notizia, uscita su Fox News, è di martedì sera. Cliccate qui. Per Josh Hardy era scattato un tam tam di solidarietà, un appello dietro l’altro, la pagina facebook della famiglia con […]

  

Il Sole 24 Ore (e Cattaneo) si correggono: Di Bella era un vero medico

Per farvi capire cosa è successo vi invito a leggere l’articolo che una settimana fa il Sole 24 Ore ha pubblicato a firma di Elena Cattaneo e Gilberto Corbellini per pubblicizzare un libro dedicato al caso Stamina. Leggete qui. Gli autori si chiedono come siano potuti succedere i casi Stamina e Di Bella. Tralasciamo per il momento il primo e soffermiamoci sul secondo. Scrivono:”Di Bella era uno sconosciuto e modesto fisiologo, senza alcuna competenza oncologica o esperienza clinica”. Oibò. Il direttore del quotidiano economico Roberto Napoletano è responsabile di quello che è riportato sul suo giornale ma, come tutti i […]

  

Aifa commissariata?

Molti di voi hanno spesso citato nel blog il caso dei farmaci dalla molecola quasi identica, Avastin-Lucentis prodotti da due aziende farmaceutiche, Roche e Novartis, solo in apparenza concorrenti. Hanno discusso della differenza esorbitante di prezzo, 81 euro a fiala il primo,  900 euro il secondo (ma era costato anche 1.700 euro). E di come in questi ultimi anni sia stata fatta piazza pulita del farmaco più economico per promuovere il più caro. Come è stato possibile? Con un losco accordo fra le due aziende e con la pubblicazione di studi falsi che hanno convinto medici e pazienti che “l’economico […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2018