Ecco il cavallo di Troia che sconfiggerà il cancro

Non poteva che finire su Nature Biotechnology – una delle più autorevoli riviste scientifiche – la storia dell’infinitamente piccolo che cambierà il mondo. E a ben guardare lo sta già cambiando. Nanotecnologia. Milionesimi di millimetri. Concentrati di raffinata capacità, tutto microscopico e tutto sorprendentemente preciso. Così piccolo e così potente. Contro il cancro più ostico, quello che non si cura. Come il tumore alla mammella triplo negativo metastatico. Che colpisce a distanza dove la vita respira e si depura: ai polmoni e al fegato. “Per la prima volta si è dimostrata la capacità di curare metastasi polmonari ed epatiche. Abbiamo […]

  

Omeopatia, cosa c’è da sapere

Lo sapete che entro il 2018 i prodotti omeopatici diventeranno farmaci approvati da Aifa? Lo sapete che sono 25mila i medici italiani che prescrivono omeopatia e non si può essere omeopati senza essere medici? Lo sapete che l’80% degli italiani conosce la medicina omeopatica, il 20% la utilizza abitualmente e un adulto su tre vi ricorre per i propri figli (Fonte: EMG ACQUA marzo 2016)? Lo sapete che le aziende italiane, che sono 27, non possono produrre e vendere nuovi omeopatici dal 1995? E, nonostante ciò, non sono fallite garantendo 4mila posti di lavoro. Anzi, nel 2015, il fatturato delle […]

  

Medicine per bambini

Un mesetto fa, mentre ero intrappolata in auto, ho ascoltato su Radio24 un’intervista al direttore di Aifa, Luca Pani, durata tutti i 40 minuti del mio tragitto. Argomento: i farmaci per i bambini e per le donne in gravidanza. “Settori, fino ad oggi, scoperti – ha argomentato Pani – e a cui, da adesso in poi, indirizzeremo i nostri sforzi perchè non esistono medicine formulate apposta per l’età pediatrica e per le donne incinte”. Se Pani avesse esternato da un microfono in casa sua, l’effetto sarebbe stato uguale. Nessuna domanda a interrompere il fiume di parole, giusto qualche inciso per incoraggiarlo […]

  

Via le protesi, il seno sarà in 3D

Parliamo del seno ricostruito dopo una mastectomia. Parliamo di donne che, dopo il cancro, non riescono ad accettare le protesi al silicone e rimpiangono il loro corpo naturale. Forse solo Angelina Jolie ama le sue protesi perchè le ha scelte. Agendo d’anticipo è scampata all’inferno che ha trascinato nonna, mamma e zia in un taglia e cuci impietoso. Per tutte le altre che vorrebbero fare a meno del silicone la soluzione potrebbe chiamarsi stampante in 3D. Quella che già produce parti di naso e orecchie e che presto replicherà cuori, fegati o reni. E, appunto, mammelle. “La tecnologia, detta bioimprinting, […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>