img_1440

La storia della pillola ellaOne, venduta come contraccettivo di emergenza ma di fatto abortiva, somiglia al segreto di Pulcinella: la maggioranza degli addetti ai lavori (medici e agenzie regolatorie) ne conosce il funzionamento, le donne – consumatrici delle pillole – no. Queste ultime credono di ricorrere a un anticoncezionale dell’ultimo minuto, una pillola “magica” che, se assunta dopo un rapporto sessuale non protetto, concede fino a 5 giorni di tempo per evitare una gravidanza indesiderata, bloccando l’ovulazione. Invece non funziona così. Come hanno messo in evidenza studi accuratissimi, il farmaco ostacola l’annidamento dell’embrione. Significa sì che impedisce la gravidanza, ma […]