La cura Di Bella torna in prima pagina e chi la contesta ciancia a vuoto

Sabato mattina La Stampa, versione cartacea, è andata a ruba. Un’intera pagina dedicata al metodo Di Bella con tanto di richiamo in prima, “Tumori, torna la cura Di Bella, migliaia di pazienti dal figlio”. Qui la versione online. La cronaca non è tale se non racconta la realtà. E la realtà rivela che sono migliaia le persone che hanno scelto e continuano a scegliere di curarsi il cancro a proprie spese, rifiutando il protocollo ufficiale. Quando succede? Quando il “protocollo” disattende le promesse (prevenire o far sparire le metastasi) e il malato si ritrova con il tumore ancora vitale. È […]

  

“Lo Stato che fa la guerra ai malati? Non è etico”

La notizia Anche lei, S.M., 50 anni, fiorentina (che chiameremo Silvia), si è comportata come tutte noi. Dopo la diagnosi di tumore al seno, nel 2003, è andata in ospedale. Via il cancro con un’operazione e poi chemioterapia e radioterapia, definite “adiuvanti”, di aiuto. Poi nel 2009 Silvia scopre un secondo tumore all’altro seno. I medici le dicono che è “primitivo” ossia che non dipende dal primo. Il guaio è che questo cancro si spariglia nel corpo come una scatola di biglie su una lastra in discesa. Metastasi ovunque. Nel polmoni e nelle ossa. Appena Silvia scopre il suo secondo […]

  

Un altro studio sui retinoidi anticancro, ignoreremo anche questo?

20130702-091225.jpg

È stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences ( PNAS ) l’ultimo lavoro dedicato ai retinoidi e ai tumori. La molecola, derivata dalla vitamina A, in vitro e sulle cavie, ha rivelato le sue proprietà antitumorali. Provoca l’apoptosi ( ossia la distruzione ) delle cellule maligne del tumore al seno e della prostata. Tumori solidi, dunque. Ricordiamo che – a parte Luigi Di Bella che, dagli anni Cinquanta aveva compreso le potenzialità immense dei retinoidi e il figlio Giuseppe che cura i tumori anche con l’acido retinoico – la medicina tradizionale impiega questa molecola solo nella […]

  

Ovaio nel freezer, così dopo chemio e radio si protegge la fertilità

20130506-190006.jpg

Chemioterapia e trapianto di midollo. Questa volta non entriamo nel merito della loro utilità. Ci soffermiamo sugli effetti collaterali più evidenti, quando a passarci in mezzo è una donna in età fertile, o peggio, una bambina. Chemioterapici pesanti, radioterapia total body e immunosoppressione portano a sterilità, menopausa precoce e possono impedire alle bambine di svilupparsi. Esiste, per le donne adulte, la tecnica di congelamento degli ovuli, “che però permette di avere un solo figlio, non restituisce l’età della pre-menopausa, ossia il periodo della piena femminilità” ci spiega Raffaella Fabbri, biologa e ricercatrice dell’unità di Ginecologia e Fisiopatologia della riproduzione umana, […]

  

Quando un “cervello” rientra in Italia

20130429-191505.jpg

“Trovare un rimedio al cancro è come affrontare un problema filosofico: le cellule cancerose vivono più a lungo di quelle sane, riescono a riparare il loro Dna, noi dobbiamo arrivare a comprendere questo, a stringere nella mano pochi elementi semplici”. Ascoltiamo Vincenzo Costanzo, 40 anni, ricercatore di Biologia e Patologia cellulare e molecolare. Ha lavorato per 17 anni all’estero e sta per rientrare in Italia grazie al sostegno della Fondazione Armenise-Harvard (che si occupa proprio di riportare in patria i cervelli espatriati). Fra poco meno di tre settimane avvierà a Milano, all’Ifom – che è l’istituto di oncologia molecolare della […]

  

Toh, i geni che fanno funzionare la chemioterapia

Ricercatori dell’Accademia Sinica di Taiwan hanno individuato otto geni in grado di influenzare l’efficacia della chemioterapia. Sono geni coinvolti nella proliferazione cellulare, caratteristica delle cellule tumorali. Osservando e confrontando l’attivazione di ognuno dei geni in differenti linee cellulari in risposta a novantanove farmaci anti-cancro, gli studiosi sono arrivati  a pochi geni che potrebbero influenzare i risultati della chemioterapia. Il responsabile della ricerca pubblicata sulla rivista BMC Medicine,  Ker-Chau Li, ha spiegato che “l’attivazione di questi otto geni è correlata alla riuscita della chemioterapia, così come quella del recettore per il fattore di crescita EGF. Abbiamo inoltre scoperto che alcuni ‘geni di […]

  

Il male incurabile

20130324-180628.jpg

Pietro Mennea è morto di un male incurabile. Il capo della polizia, Antonio Manganelli, è morto per un’emorragia cerebrale ma si è detto: “Erano due anni che lottava contro un male incurabile”. L’ infarto, la polmonite, la meningite, si nominano. Il cancro, no. È tabù. Perchè mai i giornalisti – che dovrebbero saper usare le parole giuste al posto giusto – non specificano mai se una persona muore di tumore? Perchè omettono un dettaglio così importante? Non penso sia una forma di riguardo. Non è certo una vergogna ammalarsi di cancro. Eppure, se andate a spulciare le cronache, troverete centinaia […]

  

Toh, i linfomi si curano con Metodo Di Bella

È stato pubblicato in dicembre, su Neuroendocrinology Letters, uno studio osservazionale su 55 casi di linfomi trattati con Metodo Di Bella.  Firmato da Giuseppe Di Bella e Fabrizio Mascia della Fondazione Di Bella e Biagio Colori dell’istituto di ricerca scientifica Rizzoli di Bologna. Eccolo. Si descrivono la terapia, la tossicità e la remissione (assenza di recidive) a cinque anni. I pazienti in cura hanno da 19 ai 95 anni:  12 sono affetti da linfomi di Hodgkin, 43 da non Hodgkin. Descritti i sottotipi della malattia e le stadiazioni:  stadio I (13 casi), stadio II (15 casi), stadio III (10 casi), stadio […]

  

Ecco le Regioni che rimborsano la parrucca

20130119-182212.jpg

Grazie ad Annamaria ho saputo che ci sono due regioni, la Toscana e il Piemonte, che rimborsano una parte della cifra spesa per acquistare la parrucca. Il bonus è di 300 euro in Toscana, di 250 in Piemonte. La prima delibera toscana risale al 2007, in Piemonte si partì tre anni più tardi. Lo sconto è per tutte le donne costrette a gestire gli effetti collaterali della chemioterapia. “È un provvedimento extra lea, cioè non rientra nelle voci per l’assistenza dovuta, è a discrezione delle amministrazioni – spiega Lucia Zambelli dalla Toscana – L’anno scorso abbiamo potuto aiutare 1.663 donne […]

  

Novità in fumo

Auguro a tutti un sereno 2013. Che ci porti chiarezza l’anno che verrà, che ci aiuti a veder lontano, a decidere e a vivere. Vi posto un video che non è bello ma cela un messaggio vero. Vi auguro di alleggerirvi dalle apparenze, di fare a meno di quello che non è indispensabile, di concentrarvi sull’essenziale. Vi auguro di smascherare i bugiardi, di incenerire gli inganni. Fa discutere l’ultimo spot anti- fumo che sta circolando in Gran Bretagna. Un uomo aspira con gusto la sua bionda, nell’altra mano ha una tazza di caffè, piano piano la sigaretta si crepa, si […]

  

“Oggi sappiamo prendere i tumori per fame”

incorporato da Embedded Video “Oggi, dei tumori, conosciamo quali sono i fattori di crescita, oggi  siamo in grado di prendere i tumori per fame”. La frase nel video Airc è pronunciata  da Elisabetta Dejana, professore ordinario di Patologia all’università degli Studi di Milano e capo-gruppo della ricerca sull’angiogenesi dell’ Ifom (Istituto Firc di oncologia molecolare). Professoressa, è davvero così: i tumori si affamano? “Sì, è vero per alcuni tumori. Quelli al colon, ai reni e all’ovaio”. Cosa vuol dire togliere il nutrimento ai tumori? “Vuol dire bloccarne la vascolarizzazione. Senza la rete di vasi sanguigni e ossigeno il cancro non […]

  

Libertà è partecipazione

Libertà non è stare sopra un albero, libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione (G. Gaber) E’ tutto ieri che penso a come raccontarvi la terza presentazione del libro di Barbara (Mariani), “Aloha, Alito di vita. Non solo cancro” (Eti edizioni). Barbara è capace di smuovere le montagne, quando vuole. Ha superato tre tumori in dieci anni. Di più: si è sentita dire che ha un’alterazione genetica che predispone al cancro e non ha mai vissuto con la sensazione di cadere da un’impalcatura. Nella partita a due fra l’angoscia che si insinua per rubarti il respiro e Barbara, […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2018