farmaci

Non ci piace usare la parola “allarme”, tantomeno “emergenza”.  Ma, questa volta, lo studio condotto da ricercatori australiani e appena pubblicato sul British Medical Journal ci autorizza allo… scippo grammaticale. I due sostantivi, che, in genere, sui giornali, viaggiano in coppia a qualche virus, oggi si prestano a descrivere un dato preoccupante e riconosciuto a livello mondiale: l’eccesso di farmaci consumati nella terza età. Cliccate qui. E qui. I ricercatori parlano di “politerapia inappropriata”: quando l’anziano ingerisce almeno cinque farmaci al giorno sta più male che bene. Soffre più per gli effetti delle medicine che per le cinque malattie croniche […]