“Un tamoxifene al giorno a chi rischia il tumore”

Una pillola da prendere tutti i giorni per prevenire il tumore alla mammella, da suggerire alle donne che non hanno ancora sviluppato il cancro ma rischiano più delle altre. Nel 2013 si è arrivati alla farmaco-prevenzione. Le nuove linee guida sono state messe a punto negli Usa, precisamente dalla “US Preventive Services Task Force” ma sappiamo che anche il sistema sanitario inglese NICE è sulla stessa lunghezza d’onda. Ce ne aveva parlato Bernardo Bonanni, responsabile della prevenzione oncologica allo Ieo di Milano, all’indomani della decisione di Angelina Jolie di sottoporsi a doppia mastectomia per evitare di ammalarsi come la mamma […]

  

Se la prevenzione non ha il brevetto

Prendo spunto dall’ultimo commento del collega Mario Pappagallo, giornalista de Il Corriere della Sera, che ringrazio di essere intervenuto sul blog. Ecco le sue parole. Visto che si parte da un mio articolo, ma si divaga su altri fronti nei commenti, vorrei solo precisare che la prevenzione può essere fatta da tutti mentre la sperimentazione riguarda un aspetto molto particolare per il quale occorre grande cautela: usare un derivato della vitamina A anziché la chirurgia preventiva (quella praticata dalla Jolie) che non libera dall’angoscia se riguarda solo il seno (andrebbero tolte anche le ovaie). Quindi occorre essere sicuri a prescrivere […]

  

Ecco il vero “effetto Jolie”

Dopo la decisione di Angelina Jolie  – che si è sottoposta a doppia mastectomia per evitare la possibilità di un cancro al seno dovuto ai geni mutati –  i media fanno a gara a raccontarci l’effetto domino provocato da questa scelta. Prima divulgando la notizia del manager inglese che si è fatto amputare la prostata perché portatore di un gene difettoso (l’annuncio è stato fatto al Sunday Times dal chirurgo Roger Kirby) e ieri rivelando che, alla borsa di Wall Street, le azioni della Myriad, l’azienda che ha il brevetto delle analisi genetiche, sono aumentate dell’11%. Anch’io avevo notato un […]

  

Toh, nelle staminali ci sono i retinoidi

Prima notizia: le staminali mesenchimali del metodo Stamina – che tanto fanno discutere in questi giorni – vengono differenziate grazie all’acido retinoico diluito nell’alcool. Rispetto al fatto che la terapia Stamina stia migliorando i sintomi di tanti bimbi affetti da malattie degenerative, questa dell’acido retinoico è una notizia di secondo piano. Ma vale la pena soffermarcisi.  Perché una proprietà dell’acido retinoico è proprio quella di far maturare le cellule immature (che crescono in modo incontrollato)  e di ripristinare il naturale ciclo delle cellule: nascita, vita e morte (le cellule tumorali nascono, vivono e non muoiono mai). Questo è un fatto […]

  

Il genoma è quasi completo ma il cancro abita fuori

L’Ansa di oggi titola: “Si stringe il cerchio attorno al cancro, pronta la mappa genetica”. L’agenzia rivela che si è arrivati a comporre la mappa che comprende un gran numero di “anomalie” genetiche legate ai tumori di seno, ovaie e prostata. E che questi risultati, pubblicati in 14 articoli sulla rivista Nature Genetics, portano a “stringere il cerchio intorno alle cause genetiche responsabili del cancro”. Le ricerche sono il frutto di una vasta iniziativa internazionale chiamata Cogs (Collaborative Oncological Gene-environment Study), che ha coinvolto numerosi centri di ricerca di tutto il mondo, molti dei quali italiani, Istituto Nazionale Tumori di […]

  

Retinoidi, ma quanto c’è da aspettare?

20121029-231134.jpg

Arriva dalla Francia l’ultimo studio sui retinoidi, efficaci, efficacissimi nel prevenire il tumore la seno. Leggete su Molecular BioSystem il lavoro appena pubblicato da cinque ricercatori d’Oltralpe, fra i quali c’è anche un’italiana, Beatrice Orsetti. La ricerca mostra che l’azione degli estrogeni è inibita dall’acido retinoico. Non solo, si ripete che “acido retinoico e altri retinoidi sono promettenti per prevenire il cancro al seno”. Eccola qui, la vera prevenzione. Un insieme di molecole a bassa tossicità capaci di “resettare” il nostro corpo, di intervenire su quello che giá una volta si è inceppato e ha prodotto un cancro. Prevenzione in […]

  

Tumori, ecco il farmaco nascosto

  incorporato da Embedded Video Vi invito ad ascoltare attentamente le parole di Umberto Veronesi. Era il 2006 quando il noto oncologo annunciò alle telecamere i risultati “eccellenti” di uno studio appena pubblicato su Annals of Oncology (17: 1065-1071). La ricerca rivelava che un farmaco, la fenretinide, derivato della vitamina A e appartenente alla classe dei retinoidi, aveva la capacità di “inibire la cancerogenesi mammaria”. Ossia poteva “prevenire il cancro della mammella e probabilmente anche della pelle e della gola”. Non si trattò di un test sui topini ma di uno studio multicentrico su donne, randomizzato cioè con gruppo di […]

  

Voilà, ecco la copia della somatostatina

Dedico questo post ai malati di cancro che mi stanno leggendo e a quelli che mi leggeranno. Lo dedico anche ai miei amici che non ci sono più,  morti di tumore.  A Consy, a Soleana, a Elio. E anche ai miei colleghi Giorgio e Titta.  A Titta che scriveva che “i giornali illudono i malati di cancro”,  che fanno “titoli sensazionalistici” e pubblicano notizie di cure e ritrovati che di fatto non esistono. Perché questa dedica? Perché lo studio di cui parliamo oggi – segnalatomi dal lettore Ivano – è una bomba per chi vuole conoscere le proprietà della somatostatina. […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019