Vaccini, quando l’allarme sanitario è deciso dai politici

Non vi sono emergenze sanitarie in Italia. Non vi sono pericolose epidemie: né ora, né se ne intravedono all’orizzonte. I provvedimenti che i Comuni o le Regioni di mezza Italia stanno votando per rendere obbligatorie alcune vaccinazioni pediatriche non sono giustificate dalle Asl. L’obbligo vaccinale per ammettere i bambini all’asilo è una scelta politica. Anche la quantità di vaccini raccomandati e inseriti nel nuovo piano vaccinale (contando i richiami, 27 nel primo anno di vita, 13 il secondo, 9 a cinque anni e 10 durante l’adolescenza, in tutto 59) non risponde ad alcun progetto sanitario condiviso dagli organismi competenti, i […]

  

La pietà di Veronesi per Sofia

Torniamo a parlare di Sofia, la bimba affetta da una grave malattia degenerativa per la quale non esiste cura ( nonostante ciò le si sta impedendo di curarsi con l’unica terapia che la fa stare meglio ). Oggi l’oncologo Umberto Veronesi ha dichiarato all’agenzia Agi che “non si può togliere la speranza a nessun malato”. Ecco le sue parole:  “Bisogna considerare due aspetti diversi, il primo è quello scientifico, il metodo (Stamina con il quale i genitori vogliono curare la loro figlia) non è  provato e questo è stabilito da coloro che hanno guardato a fondo. L’altro è un problema […]

  

Se il rischio recidiva aumenta

Oggi vi parlo di Rita e, dato che siamo in tema, faccio una piccola digressione sulle statistiche e sui medici perbene. Rita è un regalo del blog. Anche lei con tumore al seno, anche lei mamma due bambini, anche lei curiosa. Ha appena ripreso il suo lavoro – da chimica, in un’azienda – dopo una lunga pausa non voluta e molto sofferta. Rita si è accorta di avere un cancro al seno mentre stava allattando il suo secondo figlio…”pensavo alla morte – ricorda – ho dovuto smettere subito di allattare il piccolo mentre l’altra mia figlia faceva l’inserimento all’asilo…e ancora […]

  

Ora si muore di più di cancro al polmone

Non so dirvi quale dei seguenti numeri mi trasmetta più angoscia. Se il totale dei morti di cancro a fine anno (180mila) o che il tumore al polmone sia balzato in cima alla classifica dei più diffusi. O ancora se il fatto che la sopravvivenza a cinque anni dopo una diagnosi di tumore al seno sia aumentata (provate a immaginare di sentirvi dire, appena saputo di avere un cancro,  “che se vi curate in questo o quell’altro modo la sopravvivenza a cinque anni è del…un numero a caso ma chissenefrega del numero,  il problema sta nel cinque anni…)…  Proporrei agli […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019