Stamina, ennesima storia all’italiana?

tribunale-aula-faldoni-generica18

Dopo il patteggiamento che segna la fine del processo Stamina arriva il ricorso al patteggiamento. A presentarlo, in Cassazione, non è la procura che accusò i vertici di Stamina Foundation di truffa, associazione a delinquere e somministrazione di farmaci imperfetti (calcolando le pene edittali, sulla carta, Guariniello chiese 27 anni di carcere per Davide Vannoni e poi acconsentì a una sua condanna a 22 mesi). Ma sono proprio tre degli imputati – Davide Vannoni, Gianfranco Merizzi, numero uno della casa farmaceutica Medestea, e la biologa Erica Molino – a voler archiviare il patteggiamento, in apparenza a loro favorevole, e chiedere […]

  

Gulp, non c’entra il Gip ma il Gup

Le cellule dei pazienti in attesa delle infusioni Stamina sono state sequestrate a Brescia dal Gip il 23 agosto. Ma il sequestro non spetta al Gip, giudice per le indagini preliminari, bensì al Gup, giudice per l’udienza preliminare, poichè le indagini preliminari si sono già concluse e gli atti sono passati al Gup. L’errore ( di un cancelliere? O di chi altro?) è stato evidenziato dagli avvocati dei pazienti, il giorno dell’udienza al tribunale del riesame di Torino (15 settembre). E ammesso pure dal pubblico ministero Raffaele Guariniello, titolare dell’inchiesta: “Avete ragione, questa è incompetenza funzionale”. Dunque? Giustizia vuole che, […]

  

Evidenze (e morti) negate

Il procuratore di Torino, Raffaele Guariniello fa una richiesta elementare: “Ci vorrebbe un Osservatorio nazionale sui tumori procurati da ambienti di lavoro e di vita”.  Un simile registro non c’è. Abbiamo scritto che in Campania –  ridotta a discarica –  crescono i tumori (e i morti) ma gli esperti negano l’evidenza, rifiutano il nesso tossicità-malattia. Preferiscono consolarsi con il solito ritornello “non si può stabilire un nesso di causa-effetto”. Eppure il procuratore Guariniello ricorda che per 15 anni un ufficio apposito della sua procura ha analizzato 26mila casi di malati in Piemonte, 15 mila dei quali vittime dell’esposizione professionale.  Per […]

  

“Basta pesticidi, sono morte tutte le api”

A proposito di pesticidi continuo a scoperchiare il mio vaso di Pandora, sono rimasta colpita dalla strage delle api. Sempre più intensa e – se nessuno la ferma – ineluttabile. Negli anni Ottanta sono stati messi a punto alcuni insetticidi a base di neonicotinoidi dalle accertate proprietà neurotossiche (anche a dosi bassissime) per gli insetti e – prevedibile  effetto collaterale – micidiali anche per le api.  Con questo principio attivo-killer esistono in commercio in Italia una cinquantina di varianti di pesticidi (validi fino al 2019!!!), autorizzati anche nell’agricoltura integrata, ne vengono asperse zucchine, melanzane, cavoli, pomodori, rape, carciofi cipolle, albicocchi, mandorli, insalate ma anche frumento, […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019