Se fare scienza significa denigrare Di Bella (e Stamina)

Ci sono iniziative lodevoli sulla carta che, alla prova dei fatti, si rivelano una delusione. Come quella promossa dall’ospedale Humanitas di Rozzano e dal museo della Scienza milanese: “Crescere in salute”. Un medico, dal curriculum importante – Alberto Mantovani, direttore scientifico del suddetto ospedale – arringa gli studenti delle superiori per aiutarli a familiarizzare con la scienza e provare a trasmetter loro un po’ di passione. Cosa ha spiegato il professore alle platee di giovanissimi? Ha iniziato così: “Comunicare la scienza ai cittadini è un dovere di chi fa il medico e il ricercatore: l’alfabetizzazione scientifica è fondamentale per la crescita […]

  

Se questa scienza uccide, ridateci i medici

Cari amici del blog, vi propongo le considerazioni su scienza ed etica di Pietro Abbati psichiatra all’ospedale Sant’Orsola e membro della commissione del comitato di Bioetica dell’Ordine dei medici di Bologna (oltre che coordinatore della commissione Responsabilità medica in psichiatria e membro della commissione del Rapporto medico-paziente dell’Ordine dei medici). L’intervista è uscita mercoledì su il Giornale: il mio direttore, Alessandro Sallusti e la redazione intera si sono chiesti come sia possibile che una cura sperimentale del Sant’Orsola di Bologna che ha fatto regredire le metastasi a malati di tumore al rene sia stata interrotta dal comitato etico, “perché queste […]

  

Elena Cattaneo e la Nuova Scienza

20130915-152757.jpg

Ora che la sperimentazione Stamina è stata soffocata prima di nascere perchè il metodo “manca di scientificità”, “mancano le informazioni sul differenziamento neuronale delle cellule” e “non si conoscono nemmeno le caratteristiche della cellule prodotte, e questo comporterebbe un problema sia di efficacia che di sicurezza” ( virgolettati presi da articoli e agenzie di questi giorni dove si spiega perché il comitato di esperti ha giudicato non sperimentabile Stamina), noi non ci permettiamo di dire che proprio questi aspetti si sarebbero dovuti valutare durante la sperimentazione. Non domandiamoci perchè non si voglia guardar dentro “le cellule prodotte”, non ci si […]

  

Il senso di Scola per la scienza

Oggi l’arcivescovo di Milano, Angelo Scola, ha visitato l’Istituto nazionale dei tumori (Int), si è fermato in pediatria, si è sentito dire che ogni anno 200 bambini si ammalano di cancro, ha incrociato gli sguardi dei piccoli ricoverati, ha guardato le loro teste pelate, ha stretto le mani ai loro genitori. L’istituto di via Venezian si  occupa del 15% dei tumori infantili italiani (il 10% dei ricoverati sono piccoli extra Ue). Scola ha parlato della scienza che può portare a “tentazione di delirio, quando si investono soldi per tentare l’immortalità come accade in Usa e in Giappone”  (a noi viene […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019