Un altro studio sui retinoidi anticancro, ignoreremo anche questo?

20130702-091225.jpg

È stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences ( PNAS ) l’ultimo lavoro dedicato ai retinoidi e ai tumori. La molecola, derivata dalla vitamina A, in vitro e sulle cavie, ha rivelato le sue proprietà antitumorali. Provoca l’apoptosi ( ossia la distruzione ) delle cellule maligne del tumore al seno e della prostata. Tumori solidi, dunque. Ricordiamo che – a parte Luigi Di Bella che, dagli anni Cinquanta aveva compreso le potenzialità immense dei retinoidi e il figlio Giuseppe che cura i tumori anche con l’acido retinoico – la medicina tradizionale impiega questa molecola solo nella […]

  

Dottore, come mai sono guarito?

“Dottore, sono in remissione da un tumore alla prostata con il Metodo Di Bella. Ho la Pet negativa e il Psa (è un marcatore) 0,1 stabile”. “Non dimentichiamo che il nostro obiettivo non è quello di far calare il Psa ma quello di aumentare la sopravvivenza dei pazienti”. “Dottore, non ho fatto intervento chirurgico, non ho fatto chemioterapia e neppure radioterapia”. “Il Metodo di Bella sotto alcuni punti di vista può essere considerato ‘anche’ una chemioterapia (PS. Fra le 10 molecole che Di Bella dà ai pazienti c’è spesso un chemioterapico nella dose giornaliera di 50 mg, un centesimo di […]

  

Il professore in ascensore

 Vi racconto una storiella. Che è tante cose insieme: è realmente accaduta, è comica all’apparenza, è sconcertante nella sostanza. Come tutte le storie ha una morale e ha dato pure qualche frutto. Ieri sono stata a Fanano, sull’appennino modenese, per partecipare al primo evento-ricorrenza dei cento anni della nascita del professor Luigi Di Bella. C’è stata la presentazione della biografia “Il poeta della scienza”(444 pagine, Emmeci ed) scritta dal secondogenito dello scienziato, Adolfo. Non vi parlo del libro, per ora, ma di un incontro. “Buongiorno sono Orsob” mi dice una faccia sconosciuta, ma subito lo pseudonimo me lo rende familiare. […]

  

Così si contano le cellule maligne

La lettrice Carla mi segnala l’esistenza di un apparecchio, il CellSearch, che riesce a contare le cellule tumorali che circolano nel sangue. Questa “fotografia” è possibile con un prelievo di sangue.  Carla segue tutte o quasi tutte le pubblicazioni scientifiche che riguardano i tumori, vorrebbe sapere se anche in Italia è possibile fare questo test, se lo si paga o meno. Ci scambiamo qualche link, scopriamo che l’apparecchio è stato prestato (contratto di service) nel 2008 agli Spedali Civili di Brescia grazie a un finanziamento della Regione Lombardia. Funziona benissimo, ha ottenuto l’approvazione della FDA americana (Food and Drug Administration).  […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019