Un altro studio sui retinoidi anticancro, ignoreremo anche questo?

20130702-091225.jpg

È stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences ( PNAS ) l’ultimo lavoro dedicato ai retinoidi e ai tumori. La molecola, derivata dalla vitamina A, in vitro e sulle cavie, ha rivelato le sue proprietà antitumorali. Provoca l’apoptosi ( ossia la distruzione ) delle cellule maligne del tumore al seno e della prostata. Tumori solidi, dunque. Ricordiamo che – a parte Luigi Di Bella che, dagli anni Cinquanta aveva compreso le potenzialità immense dei retinoidi e il figlio Giuseppe che cura i tumori anche con l’acido retinoico – la medicina tradizionale impiega questa molecola solo nella […]

  

Coincidenze/3

L’anniversario del mio quinto anno dall’intervento comprende due date. Della prima vi ho già parlato, era il 15 ottobre, giorno del settimo compleanno della principessa grande. Anestesia locale per togliere un fibroadenoma (presunto: in realtà era un tumore) e la sera già a casa a festeggiare il mio amore. Poi, otto giorni che scorrono uguali agli altri. E quella telefonata alla senologa Giacomina Moro (“ci dobbiamo vedere, la situazione è complessa”). Mi presentai spensierata, sorda e cieca davanti alle facce immobili che avevo di fronte. Imparai allora che quando hai un tumore il medico non te lo dice sul muso, […]

  

Metti un po’ di Viagra e la chemio va giù

La combinazione di un chemioterapico con uno per la disfunzione erettile e uno per i trapianti di cuore ha aiutato a eliminare le cellule tumorali e ha protetto cuore. Lo studio è stato presentato durante la Scientific Sessions dell’American Heart Association 2012. Da diversi decenni la doxorubicina (responsabile del colore rosso della chemioterapia)  si usa come  anti-cancro per quasi tutti i tumori: seno, ovaie, endometrio, leucemie, linfomi, sarcomi ossei e dei tessuti molli,  polmone, tiroide, stomaco, vescica, neuroblastoma, testicolo. Talvolta la si usa ancora contro quei tumori per i quali non si verifica l’auspicata riduzione di massa (tumori cerebrali, renali, melanoma, […]

  

Progranulina…chi era costei?

Vi anticipo che la progranulina è una proteina. E che è stata oggetto di uno studio lombardo appena divulgato e che mi sono letta il resoconto di questo lavoro con il mio nuovissimo iPad, con il quale ho aspramente litigato: mi ha fatto sparire due testi e per l’arrabbiatura mi sono pure dimenticata quello che dovevo scrivere… Forse è colpa della progranulina…! O forse no? Lo studio è stato promosso da Onda, osservatorio nazionale salute donne e dalla Regione Lombardia . Gli studiosi erano partiti da un’ipotesi: che il tumore al seno dipendesse da un difetto genetico, la carenza di […]

  

“Così con le staminali ricostruisco il seno”

Ho intervistato un chirurgo plastico, la lancio nel  blog, come si faceva una volta con i messaggi in bottiglia, per lasciarla pescare a chi ne ha bisogno.  Si chiama Marcello Bonavita, è chirurgo onco-plastico dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano,  asporta tumori e “ricostruisce” 350 seni in un anno (alla fine dell’intervista vi dirò perché ho scelto lui). Dottore, via il tumore, via il seno? “Non è più così. Fino a qualche anno fa si era convinti di  dover lasciar passare cinque anni prima di  ricostruire la mammella. Era una visione antiquata perchè l’intervento ricostruttivo non ha niente a che fare con […]

  

“Togliere il seno non serve a evitare il cancro”

A proposito di mastectomia preventiva e del post “Via il seno per non ammalarsi: lo racconta in un libro”, riceviamo e pubblichiamo da un lettore: Ho letto con interesse i suoi articoli sul cancro al seno avendo avuto anch’io mia madre che si ammalò un anno prima di lei, e dopo 5 anni grazie al cielo sta bene, e senza recidive (lei ha avuto un cancro tipo T1, di circa 1,5 cm., Hr+ Prg+). A tale proposito, dal momento che mia madre aveva già 69 anni, credo sia stato molto importante l’incontro che ebbi con un ottimo oncologo, il dott. Gabriele […]

  

Cani e padroni, simili anche nel cancro

I cani ci somigliano anche nei tumori. E non soltanto perché assimilano le nostre cattive abitudini (come sedentarietà e cattiva alimentazione). Uno studio austriaco ha identificato – nel caso del cancro al seno –  un recettore comune alla specie umana e a quella canina. I ricercatori sono convinti che questa affinità aiuti a identificare e curare la malattia, sia nelle donne che nei cani. La notizia, riportata da Adn Kronos, è apparsa su  “PLoS Currents”: gli scienziati della facoltà di Veterinaria e di Medicina dell’università di Vienna, guidati da Erika Jensen-Jarolim, hanno cercato le somiglianze nel cancro della mammella di […]

  

Del saper non c’è certezza

Stavo per darvi notizia di una scoperta incoraggiante: alcuni ricercatori di Berkeley hanno osservato che le cellule sane della mammella producono una proteina – l’interleuchina 25 –  e hanno dimostrato che quest’ultima è capace di sconfiggere le cellule maligne della stessa mammella. Già mi vedevo il titolo: “Scoperto il meccanismo che permette alle cellule sane di bloccare quelle malate” Nel cercare di documentarmi mi sono imbattuta in una ricerca antecedente, divulgata nel 2008 e realizzata a Bologna, che sostiene che l’eccesso di un’altra proteina, dal nome affine, l’interleuchina 6, è responsabile dell’insorgere dei tumori al seno, per giunta di quelli più aggressivi. […]

  

Quando la pillola non va giù…

RICEVO QUESTA MAIL DA UNA LETTRICE Buongiorno a tutti, vorrei rendervi partecipi della mia esperienza, ho 34 anni, da tre sono in cura con tamoxifene e sono in menopausa anticipata per curare un tumore al seno scopertomi a 31 anni. Vorrei far sapere agli oncologi, ai ricercatori e alle case farmaceutiche che, non in qualità di topo, ma di donna io ho scoperto di avere un cancro ormonosensibile subito dopo aver interrotto la pillola contraccettiva. E nessun medico mi aveva messo in guardia che con gli ormoni sintetici avrei potuto rischiare il cancro. Anzi: anch’io mi ero sentita dire dal […]

  

Un dato davvero allarmante: tumori in aumento del 26,8% fra le giovani. Ma perchè?

La commissione Sanità del Senato sta divulgando i risultati di un’indagine sulle malattie di “rilevanza sociale” fra le quali il tumore alla mammella, le reumatiche croniche e la sindrome da Hiv. Insieme a UNA NOTIZIA BUONA (sta aumentando la sopravvivenza, a cinque anni dalla diagnosi di cancro l’83% è ancora vivo) c’è UNA NOTIZIA CATTIVA: il carcinoma al seno colpisce donne sempre più giovani. Negli ultimi 6 anni fra le 25-44enni si è avuta un’impennata del 28,6 per cento (+ 13,8 per cento fra le donne di altre età). è troppo chiedersi e chiedere COME MAI? L’indagine fa notare “che […]

  

Il mantello azzurro

“Bella l’idea del blog – mi dice la mia carissima amica Alessia – ma sei sicura che non ti faccia tornare INDIETRO?” Ansia e angoscia di morte per intenderci. “Perché va a finire che ci stai sempre in mezzo a quell’IDEA. L’importante – aggiunge lei che sa un sacco di cose e fa la manager – è che ti proteggi con il MANTELLO AZZURRO”. Maddaì. “Quello della Madonna – continua l’Ale che per passione frequenta corsi di psicologia – è un abito mentale che difende il tuo guscio e ti rafforza, significa che non devi unirti all’angoscia ma tenerla fuori”. […]

  

Geni e spettri

La donna che si è fatta asportare entrambe le mammelle sane al San Matteo di Pavia – considerata una pioniera della prevenzione chirurgica – ha visto morire di cancro la sua mamma e ha assistito la sorella malata, vittima dello stesso tumore. Non voleva vivere da condannata. Non voleva torturarsi nell’attesa di una sentenza capestro. Non voleva avvelenarsi i minuti, gonfiarli di fantasmi – che forse le realtà peggiori sono quelle che non esistono ma si immaginano e basta Un giorno di tre anni fa anch’ io, col respiro in gola in apnea d’aria e di calma, ho chiesto all’oncologa […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019