Mio PhoneE’ inutile cercare di far finta di niente: i nostri figli, anche i più piccoli, vogliono un regalo tecnologico. E molti di loro vogliono un telefonino. Il problema è trovare quello giusto, soprattutto se si teme un uso improprio dello strumento (perché, ricordatevi, il difetto non è nello strumento ma in chi lo usa. E in chi non controlla). Ecco insomma un’idea che arriva dal Gruppo Lisciani: si chiama Mio Phone e arriva dopo Mio Tab. In pratica è uno smartphone educativo  per bambini dai 6 anni in su, totalmente parental control e dal design moderno e maneggevole. Assomiglia a un  cellulare per adulti, ma ha tutte le garanzie del caso. Infatti, Mio Phone – grazie al Parental Control e al Firewall 3 plus – controlla e filtra chiamate e messaggi (in entrata e in uscita), app, numeri di telefono, siti internet, contenuti audio-video. Inoltre, scaricando un’apposita applicazione, mamma e papà possono mettere il loro smartphone in comunicazione con “Mio Phone” e, attivando la geolocalizzazione, possono sempre sapere dove si trovano i propri figli. Mio Phone contiene numerose e originali applicazioni per lo sviluppo dell’intelligenza e delle conoscenze ed è dotato di auricolari anch’essi Parental Control: ovvero consentono di effettuare e ricevere chiamate esclusivamente attraverso l’utilizzo delle cuffie in dotazione, evitando così il surriscaldamento dell’apparecchio a contatto con l’orecchio. Mio Phone è disponibile in due colori (rosso e blu), ha uno schermo da 5 pollici, una memoria di 8 Gb espandibile, una doppia fotocamera da 5 e 2 Mpx, le connessioni wifi e Bluetooth. Il prezzo è di 149,99 euro, con sistema operativo Android e oltre 70 giochi e applicazioni già installate.

Tag: , , ,