IMG_1155Versatilità. Secondo Andrea Persegati, general manager di Nintendo Italia, è questa la parola giusta da abbinare alla Switch, la nuova console dell’azienda giapponese presentata oggi a Londra per il mercato europeo. Innanzitutto: arriverà il 3 marzo. Ma soprattutto: rilancerà Nintendo sul mercato, dopo l’insuccesso patito con Wii U? “In realtà è già un anno che abbiamo cambiato orizzonti: la dimostrazione è l’arrivo dei nostri giochi come app per iOs, e tra poco anche per Android. Switch vuol dare un ulteriore segnale per riavvicinare il pubblico al brand”. Ma quale pubblico? Nintendo, si sa, è sempre stata abbinata alle famiglie, al popolo dei videogiocatori non smanettoni. Ma la Switch ha un programma più ambizioso: quello di lanciare la prima console portabile adatta a tutti. E prova ne è l’apertura alle cosiddette terze parti e il fatto che tra le più di 50 aziende di sviluppatori che forniranno titoli c’è anche EA Sports. E che quindi ci sarà, per esempio, Fifa 18.

IMG_1149Però intanto la Switch: come funziona? La console è piccola, così come lo sono i Joy-Con (ovvero gli joystick) che sono divisi in destra e sinistra. E qui sta la versatilità, ovvero che con Switch si può giocare con entrambi i Joy-Con in versione console attaccata alla tv, ma pure in portabilità staccando il desk con schermo touch ( e pure con uno solo contro un altro giocatore perfino senza dover guardare il monitor), fino all’impego a mani libere grazie ad un rilevatore di movimenti a infrarossi posto sul Joy-Con destro (su quello9 sinistro c’è il tasto per condividere le schermate sui social in tempo reale).  Eppoi: si può collegare fino ad 8 giocatori contemporaneamente e grazie al wifi e al multiplayer si arriva fino a 12 per SupeMario Kar 8 De Luxe. Dunque hardware di prima qualità: il desk a cui sono attaccati i due Joy-Con si può portare dove si vuole, la qualità dell’immagine è Full Hd, ci sono accelerometro, giroscopio e un sistema di vibrazioni chiamato Hd Rumble che permette di sentire diverse esperienze come fossero reali. Per dire: il gioco “12 Switch”, creato apposta per raccontare le potenzialità della console, ti fa capire se stai aprendo una cassaforte, piuttosto se sta facendo un duello all’OK Corral, solo con le sensazioni.

IMG_1148Insomma: Switch ha molte cose che potrebbero conquistare nuovi e vecchio videogiocatori, compresi titoli in uscita con la console che hanno un bel numero di affezionati. Tipo “Zelda. Breath of tbe Wild , “Splatoon 2” e “SuperMario Odissey” (che arriverà più avanti), creati appositamente per Switch. La quale all’uscita dovrebbe costare intorno ai 330 euro (fonte Amazon, però di solito in questi casi si parte da 349 e poi si scende un po’) e la raccomandazione di Andrea Persegati è quella di aspettare un po’ a giudicarla: “Probabilmente non c’è l’effetto wow a prima vista, ma utilizzandola mi sono reso conto di tutte le possibilità di divertimento che offre e che non ci si immagina nell’immediato”. Versatile, insomma. Potrebbe essere alla fine il segreto di un suo futuro successo.

IMG_1135 IMG_1147