netgearorbi-1Chi di voi non ha problemi di confezione internet con il wifi di casa? Magari qualche fortunato esiste, ma non c’è dubbio che porte, muri, scale e affini possano provocare interruzioni e rallentamenti del segnale. A questo proposito ho fatto una prova con Orbi di Netgear, un cosiddetto “estender” compreso di router che si presenta come la soluzione più semplice per annullare interferenze e difficoltà: talmente semplice che la prova è stata velocissima. Nel senso: nella confezione si trovano due satelliti, quello principale e quello del ripetore, tra l’altro belli anche da vedere e dunque posizionabili anche come oggetto di arredamento. Con l’apposito cavo ethernet le operazioni da effettuare sono minime: si collega lìapparecchio principale con il router, si mette il satellite in un’altra parte della casa, si aspetta che il led segnali la luce blu e il gioco è fatto. In pochi secondi. Al primo collegamento comparirà poi una mascherina dove confermare i dati di accesso come amministratore per gestire i collegamenti, anche grazie una comoda app di Netgear. Orbi raggiunge una distanza di 370 metri quadrati, superando tutte le barriere: è dotato di un canale dedicato a 5 Ghz per la comunicazione tra i due moduli, diverso da quello di tutti gli altri dispositivi dell’utente, e il nome della rete degli extender (nella confezione ce n’è uno, ma in case più grandi se ne possono aggiungere) è uguale a quella del router per evitare altre complicazioni. Dal punto di vista tecnico Netgear Orbi ha il Wi-Fi 802.11ac fino a 3 Gbps, una porta Gigabit e una USB 2.0. Come detto il software è semplicissimo e possiede anche la funzione parental control. Insomma è a prova di qualsiasi utente tecnologico e funziona – confermo – alla perfezione, aumentando il segnale wifi e la banda internet. Costa un po': su Amazon lo trovare ora ribassato a 430 euro. Ma ne vale la pena.

Tag: , , , ,