B Heroes - Enerbrain - Filippo Ferraris e Marco MartellacciQuest’anno è diventata una docu-serie su Sky, e questo spiega l’importanza che ha raggiunto B Heroes, il persorso di mentorship dedicato alle start up ideato da Fabio Cannavale, founder e CEO di lastminute.com Group, e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo. A trionfare è stata Enerbrain, che si è aggiudicata  500 mila euro di investimenti in capitale. Al secondo posto D-Heart, che ha conquistato un premio di 300 mila euro, e al terzo Mkers, a cui sono stati  assegnati 200 mila euro, oltre al riconoscimento speciale per l’innovazione “AWARDS” del media partner RDS, consegnato durante la finale dal General Manager Massimiliano Montefusco. Ai piedi del podio Fessura, che ha portato a casa 100 mila euro. Nella puntata finale, girata presso l’auditorium del Grattacielo di Torino  dove ha sede Intesa Sanpaolo, le quattro finaliste si sono aggiudicate investimenti messi a disposizione da Boost Heroes, Intesa Sanpaolo  (attraverso il proprio Corporate Venture Capital, Neva Finventures),  Gellify e Impact Hub, che hanno creduto fortemente nello sviluppo di queste startup. Dopo essersi distinta nella categoria “Sviluppo sostenibile” nella decisiva fase di accelerazione del progetto, Enerbrain succede nell’albo d’oro a Wash Out.

Nata all’inizio del 2015, Enerbrain ha ideato “una scatoletta intelligente” che consente di cambiare l’aria all’interno degli edifici chiusi, tagliando così il 30% del consumo energetico. Grazie a un innovativo sistema IoT di sensori, attuatori e algoritmi, Enerbrain è in grado di trasformare gli edifici non residenziali, che sprecano energia, in strutture più intelligenti e sostenibili. Al timone della società Filippo Ferraris, che vanta una laurea in architettura al Politecnico di Torino ed esperienze professionali a Londra e New York, oltre alla partecipazione nella realizzazione del Future Food District all’Expo di Milano. Al suo fianco Giuseppe Giordano, architetto con esperienze in Texas, e Marco Martellacci, fisico esperto di cibernetica.

Delle 650 startup che si sono candidate per questa edizione sul sito di B Heroes, circa 340 sono state selezionate e incontrate durante un roadshow in 15 tappe lungo tutta la Penisola, tra ottobre e novembre 2018. Il meeting di networking e valutazione dello scorso 15 gennaio, ha coinvolto 300 esperti di altissimo livello, tra imprenditori, “mentor” e campioni d’innovazione, e ha portato all’individuazione delle 20 startup che hanno poi partecipato al programma tv in 15 puntate, prodotto da YAM112003 e in onda in esclusiva su Sky Uno dal 25 marzo al 12 aprile. «Siamo molto soddisfatti di questa seconda edizione di B Heroes – ha commentato Fabio Cannavale – Gli investimenti nelle startup durante il programma sono aumentati e siamo riusciti a dar vita a esperienze di successo nella collaborazione tra startup e imprese consolidate. Il nostro progetto per sviluppare la cultura imprenditoriale in Italia sta crescendo e siamo già al lavoro per la nuova edizione».

Tag: , , , ,