Plug-and-Play-Italy-LavazzaSi chiama Plug and Play, è stata fondata nel 2006 ed ha sede nella Silicon Valley. Si tratta di una piattaforma di innovazione tra le più grandi del mondo, con oltre 10.000 startup e 300 partner aziendali ufficiali, che adesso ha finalmente avviato il programma di Plug and Play Italy, che prevede due programmi di tre mesi ciascuno per anno, accettando startup che lavorano sull’innovazione nello spazio alimentare e delle bevande. Nel nostro Paese le attività sono state avviate insieme a quattro nuovi corporate partners: Esselunga, Lavazza, Tetra Pak e UniCredit. Plug and Play Italy sarà basata a Milano, dove lancerà appunto il nuovo acceleratore nell’area Food & Beverage: l’ufficio fornirà servizi anche ad alcuni partner chiave a livello regionale, tra cui UniCredit che si unirà anche al programma europeo di Plug and Play in area fintech basato a Francoforte.

Saeed Amidi, CEO e fondatore di Plug and Play ha detto che “Plug and Play è nata venti anni fa nel nostro Lucky Building, dove hanno avuto origine Google, Paypal e Dropbox, e per questo siamo particolarmente eccitati di espanderci in Italia e di mettere in contatto le aziende leader del Paese con le nostre startup internazionali, offrendo accesso ai nostri programmi globali ad imprenditori italiani talentuosi”. Tra questi ci sono appunto quelli del gruppo Lavazza, che dell’innovazione hanno fatto il marchio di fabbrica: “Essere al passo con i tempi  gioca un ruolo fondamentale nella nostra storia ed è un importante fattore nella diffusione globale della cultura italiana del caffè – ha commentato Sergio Cravero, Chief Marketing Officer dell’azienda torinese -. Siamo orgogliosi di essere un partner fondatore di Plug and Play, saremo in grado di accelerare il processo di innovazione tecnologica, diventando un player chiave all’interno del più grande ecosistema di startup”. Stesso discorso vale per Esselunga (“Siamo stati i primi ad adottare il codice a barre e il servizio di vendita on-line”, ha ricordato il Direttore Clienti Roberto Selva) e per gli altri partner: “Sappiamo che i clienti amano la semplicità e in questo la tecnologia ci aiuta”, ha detto Ranieri De Marchis, co-chief Operatin Officer di Unicredit; “abbiano conosciuto Plug and Play nel 2017 e questo ha cambiato il modo di vedere il futuro” ha ribattuto Alexandre Carvalho, Direttore marketing e Innovazione Clienti di TetraPak.

D’altronde il processo che ha portato Lavazza a diventare una grande torrefazione industriale si è snodato lungo un percorso segnato da una precisa sequenza di innovazioni: dall’arte della miscela al caffè sottovuoto, al porzionato al caffè instant, passando dal decaffeinato fino alla macchina ISSpresso, sviluppata insieme con l’azienda ingegneristica aerospaziale italiana Argotec (in partnership pubblico-privata con l’Agenzia Spaziale Italiana).  Il progetto Plug and Play Italy è insomma solo l’ultimo tassello che si inserisce nel costante percorso di sviluppo e di innovazione a favore di un cambiamento tecnologico.

Tag: , , , ,