huawei-emui-10-gDurante l’HDC, tenutasi tra il 9 e l’11 agosto a Dongguan in Cina, Huawei ha ufficialmente rilasciato EMUI10, la nuova interfaccia con numerose funzionalità inedite. Wang Chenglu, presidente del Dipartimento di Software Engineering di Huawei Consumer Business Group, ha dichiarato che EMUI10 è un sistema pioneristico nell’applicazione delle tecnologie multipiattaforma, pensato per offrire un’esperienza unica all’utente in ogni circostanza d’uso. Oggi Huawei EMUI, che supporta 77 lingue, ha oltre 500 milioni di utenti attivi ogni giorno, distribuiti in 216 Paesi. E negli ultimi 7 anni Huawei  ha investito molto nella ricerca e sviluppo per migliorare continuamente le prestazioni del sistema. La tecnologia GPU Turbo ha migliorato l’efficienza dell’elaborazione grafica del 60%, mentre la tecnologia di aggregazione della rete Link Turbo consente agli smartphone di accedere contemporaneamente a più reti – come 4G e WiFi – per una velocità della rete del 70% più veloce rispetto all’uso del solo 4G. Tra le altre innovazioni: il super file system EROFS migliora la lettura random di Android del 20% mentre Ark Compiler rende più fluide le applicazioni di terze parti del 60%.

EMUI10 offre tre importanti aggiornamenti: il design UX, un’esperienza definitiva per tutti gli scenari d’uso e un nuovo standard di funzionamento regolare.  Inoltre ci sarà la possibilità di usufruire di una modalità “dark” per offrire un maggiore comfort visivo. Una recente ricerca ha rivelato che la luminosità e la saturazione di un colore sono percepite in modo diverso a seconda di uno sfondo chiaro o scuro. La modalità scura ottimizza sia il contrasto cromatico tra testi e sfondi scuri sia il colore dei testi e delle icone di sistema, e il risultato finale garantisce coerenza visiva, comfort e leggibilità.

Più dispositivi su uno schermo

EMUI10 adotta la tecnologia distribuita multipiattaforma per supportare le videochiamate HD tra più dispositivi. Gli utenti possono effettuare chiamate audio e video quando e dove si trovano. Se c’è una chiamata in arrivo, gli utenti possono scegliere di rispondere utilizzando un altoparlante intelligente. O se si tratta di una videochiamata, possono rispondere tramite una TV, un dispositivo montato sul veicolo o persino inviare un feed video in tempo reale da un drone in modo che anche amici e parenti possano godere dello scenario. Al lavoro, uno smartphone e un computer possono condividere schermate in modo che i dati possano essere scambiati facilmente tramite il trascinamento della selezione.

Per implementare la tecnologia distribuita, è necessario prima virtualizzare le capacità hardware di ciascun dispositivo. In altre parole, ciò di cui un dispositivo è capace, ad esempio in termini di display, fotocamera, microfono o altoparlante, non si basa sulle caratteristiche di un determinato dispositivo ma, piuttosto, su un pool di risorse condiviso. In questo modo, ogni dispositivo può sfruttare le funzioni o le capacità hardware necessarie ricavandole dal pool di risorse o condividendo tali funzioni con altri dispositivi. Pertanto, per utenti e applicazioni, diversi dispositivi possono essere uniti in uno solo.

Huawei ha creato anche un security system distribuito utilizzabile su ogni piattaforma e per tutti gli scenari d’uso. Utilizzando hardware e software interni ha rafforzato il sistema di difesa dei device e per creare un sistema di sicurezza ancora più solido, ha utilizzato un’architettura di sistema di chip e un kernel di sistema. Solo i dispositivi autenticati possono essere collegati ad altri dispositivi dell’utente e, inoltre, la comunicazione tra device è crittografata end-to-end per garantire la sicurezza assoluta della trasmissione dei dati.

Sulla serie P30

La serie Huawei P30 sarà la prima a passare alla versione Beta EMUI10 a partire dall’8 settembre; in seguito la nuova interfaccia sarà disponibile per la serie Mate 20. Durante l’evento di lancio, Wang Chenglu ha anche annunciato che EMUI10 sarà lanciato per la prima volta nella prossima generazione della serie Mate. Maggiori informazioni su EMUI10, i modelli che monteranno la nuova interfaccia e la fase di beta testing saranno presto disponibili sui canali ufficiali di Huawei.

Tag: , , ,