Chi l’ha visto? Dov’è finito Luca Zaia?

Il Veneto è da parecchi giorni al centro delle cronache grazie a una coraggiosa iniziativa popolare, sorta dal basso e del tutto autofinanziata, che ha permesso a molte centinaia di migliaia di cittadini veneti di esprimersi dinanzi all’alternativa tra Italia e Veneto. Si è trattato di qualcosa di formidabile, in parte inaspettato, espressione di una società in grave difficoltà ma non ancora disposta ad accettare la lenta agonia: quel soffocamento in larga misura proprio derivante dal fatto di appartenere alla Repubblica italiana, al suo sistema di tassazione e regolazione che sta distruggendo ogni capacità produttiva. C’è allora un Veneto che agisce […]

  

Indipendenza: uno spazio libero per nuovi protagonismi

Il referendum veneto di questi giorni attesta la nascita di un forte indipendentismo fuori della Lega. E non è un caso che questo avvenga in Veneto, dal momento che qui c’è una storia di separatismo precedente a Bossi, dato che la Liga Veneta nasce nel 1980 e porta propri parlamentari a Roma quando Umberto Bossi era ancora uno sconosciuto. Anche dopo l’annessione della Liga da parte di quella che diventerà la Lega Nord, tra Treviso e Padova si continua ad assistere a un pullulare di iniziative, movimenti, battaglie culturali. Per questa ragione, in Veneto il fallimento epocale della Lega di […]

  

Un referendum in Crimea, e uno a Venezia. Per l’indipendenza

Le caratteristiche del conflitto russo-ucraino – per ora solo potenziale – sono  chiare. Le stranezze della storia hanno posto, a seguito di una lontana decisione di Krusciov, la penisola di Crimea all’interno dell’Ucraina. Ma allora la divisione tra i due Paesi contava poco, entro un’Unione sovietica retta da un regime totalitario. Poi il socialismo è crollato, l’unità si è dissolta e la Crimea (a larghissima maggioranza russa) si è trovata sotto il governo di Kiev. Ovviamente i russi non hanno mai smesso di rivendicare un controllo su quell’area e quando è venuta a profilarsi una dirigenza anti-russa e tutta proiettata […]

  

Grillo, la democrazia diretta e l’ipotesi di un Veneto indipendente

Non ci si può aspettare una linea politica lineare da Beppe Grillo e dal suo movimento. Ed egualmente qualche elemento di coerenza va riconosciuto. Una coerenza tanto più importante ora, dato che il crescente consenso che sta raccogliendo – anche usando un populismo a tratti devastante e del tutto irrazionale – è in grado di produrre conseguenze significative nelle aree più calde: dove più forti sono i venti secessionisti. In primo luogo, è chiaro che un movimento come l’M5S che ha fatto della”democrazia diretta” il proprio credo non può opporsi ad alcuna richiesta di referendum popolare, e infatti in più […]

  

il Blog di Carlo Lottieri © 2017