Negli ultimi giorni l’ipotesi che l’Italia organizzi a Roma e Napoli le Olimpiadi del 2024 ha suscitato molti dibattiti. C’è chi ha visto in questa idea un’occasione di rilancio dell’economia e dell’immagine del Paese e chi, invece, ha messo in guardia dinanzi al fatto che ormai il nostro settore pubblico è tanto corrotto e inefficiente che ci mancano soltanto i finanziamenti pubblici di un kolossal come le Olimpiadi per distruggere definitivamente quel poco che ancora regge. Potremmo porre la questione, però, in un’altra prospettiva. Se l’idea è buona, è tale perché incontra i favori del pubblico: e cioè, se i […]