Nelle scorse ore, intervenendo a Cernobbio, il premier Matteo Renzi ha cercato di giustificare il ritardo dell’Italia rispetto a Spagna e Regno Unito sostenendo che a Madrid negli ultimi tre anni la media del deficit si è tenuta sul 6%, mentre Cameron ha portato il deficit al 5%. Lasciateci fare lo stesso, ha lasciato intendere Renzi, e anche l’Italia spiccherà il volo. È legittimo essere scettici. Spendere soldi che non si hanno (e gravare le future generazioni di debiti) non aiuta l’economia, così come bruciare in po’ di carta non genera un grande falò. La considerazione di Renzi su Spagna […]