Un hamburger può piacere o non piacere: ovviamente. È una questione di gusti. Si può anche ritenere – assai legittimamente – che non sia dietetico, anche se qui si entra in un campo minato, dove i confitti tra teorici della mediterranea, della “a zona”, della paleolitica e di mille altri regimi alimentari sono più aspri di quelli che opponevano papisti e luterani nel sedicesimo secolo. Ma oggi è buona cosa fare una capatina da McDonald’s non fosse altro per attestare che non tutti, fortunatamente, si sono bevuti il cervello. Non è infatti possibile che in Italia scoppi una polemica di questo […]