Quella banca (privata) chiamata ‘ndrangheta

Adesso è ufficiale: gli imprenditori del Nord in bolletta si rivolgono alla ’ndrangheta per avere i soldi che servono a non chiudere. È presto per capire la complessità del fenomeno (non del tutto nuovo, anche se non di queste proporzioni) ma l’ indagine ’Ndrangheta Banking  condotta dai carabinieri del Ros che ha portato a 17 arresti  tra Reggio Calabria e la Lombardia è l’ennesima spia di un magma sotterraneo di malaffare che sta smontando l’economia tradizionale del Nord. Secondo le indagini le più importanti famiglie di ’ndrangheta (il clan Imerti-Condello di Reggio Calabria e quello  Pesce – Bellocco di Rosarno, […]

  

Il diritto alla difesa e quella zona grigia «legale»

Tra qualche ora, come avevo scritto nei giorni scorsi, uscirà la sentenza d’appello sull’ex giudice del Tribunale di Reggio Calabria Vincenzo Giuseppe Giglio e sull’ex consigliere regionale calabrese del Pdl Franco Morelli, condannati in primo grado rispettivamente a 4 anni e 7 mesi e a 8 anni e 4 mesi. L’ex magistrato è accusato di corruzione, rivelazione del  segreto d’ufficio e favoreggiamento aggravato, mentre Morelli di concorso esterno in associazione mafiosa (un reato di cui qualche procura comincia a dubitare) e corruzione. La richiesta di ricusazione dei giudici aveva già fatto slittare l’udienza in programma la scorsa settimana. Il processo […]

  

La vergogna in tv e la tv senza vergogna

«Caro papà, per colpa mia hai dato la tua vita. Per paura e per vergogna, perché tuo figlio è un pentito». Comincia così la lettera di Carmine Venturino, il collaboratore di giustizia in odore di ‘ndrangheta condannato a 25 anni in Appello dopo la sua testimonianza che ha fatto ritrovare i resti del cadavere di Lea Garofalo, la coraggiosa testimone di giustizia calabrese che venne uccisa a Milano il 24 novembre del 2009 e il cui corpo fu bruciato in un magazzino a Monza. Nella missiva, pubblicata dal Quotidiano della Calabria, Venturino si rivolge al padre Giuseppe, morto il 6 […]

  

La bilancia (storta) tra giustizia e ‘ndrangheta

È stata rinviata a martedì 17 giugno l’udienza che avrebbe dovuto tenersi oggi nel processo in appello sulle infiltrazioni del clan della ’ndrangheta Valle-Lampada in Lombardia che vede imputati, insieme ad altre persone, l’ex giudice del Tribunale di Reggio Calabria Vincenzo Giuseppe Giglio, l’ex consigliere regionale calabrese del Pdl Franco Morelli e il presunto boss Giulio Lampada, di cui abbiamo ampiamente parlato qui. La quinta sezione penale della Corte d’Appello di Milano, infatti, ha respinto la richiesta di ricusazione del collegio giudicante del processo in corso, ma i legali di uno degli imputati hanno avanzato una nuova istanza. Il processo […]

  

La scomoda verità sulle ‘ndrine a Milano

«Questa sentenza non è una vittoria della sola Procura, ma degli interi uffici giudiziari milanesi. Oltre gli inquirenti, anche il tribunale e la corte d’appello hanno dato prova di grandissima professionalità, che ci ha consentito di arrivare a questo storico risultato a meno di quattro anni dagli arresti». Così una raggiante Ilda Boccassini al Corriere della Sera ha «festeggiato» il verdetto della Cassazione sul processo Crimine-Infinito. E ha tirato anche un bel sospiro di sollievo. Perché? Perché non è tutto oro quello che luccica, e la procura antimafia milanese lo sa bene. Dice la Boccassini: «È stato premiato un lavoro […]

  

Il blog di Felice Manti © 2018