Sondaggio umano est

early-voting-sign

La crisi del Governo punta i riflettori sui sondaggi che cercano di intuire al intenzioni di voto degli italiani. Chi lavora in questo settore sa (e se dice di non sapere… mente) che in agosto gli istituti di ricerca tendono a non effettuare interviste, tanto meno per sondare gli umori elettorali. E non ci vuole un genio per capire il perchè: in agosto l’Italia si “ferma” e va in vacanza. Chi lo fa fisicamente e chi solo mentalmente, ma tra caldo, turisti che invadono lo stivale e programmazione di eventi di vario tipo, l’italiano medio (sempre che esista questa figura […]

  

-20% del PD: sconfitta o Waterloo?

trend-voto2018

I sondaggi consegnano gli umori del paese (per quanto possano essere precisi) a poche settimane dal voto con una frequenza sempre maggiore prima della “pausa” pre-elettorale (che viene purtroppo aggirata da molti media e scarsamente punita dalle autorità competenti… ma questo è un discorso che faremo in altra sede). I numeri e le percentuali oscillano, i commentatori si concentrano su differenze di decimi di punto, ma all’orizzonte ancora si fatica a capire chi potrà essere il vincitore delle prossime elezioni politiche. È facile prevedere che la sera del 4 marzo,  rigorosamente (?) dopo le 23 (anche qui le autorità di […]

  

Un leader “Vergine” a Palazzo Chigi

Schermata 2017-12-07 alle 13.06.36Schermata 2017-12-07 alle 13.06.45

Nel 2018 l’Italia sarà presumibilmente guidata da un nuovo leader espressione del voto delle imminenti Elezioni Politiche. Tuttavia esistono anche le condizioni perchè le elezioni restituiscano un’ingovernabilità che costringerà il paese a rivotare per trovare una soluzione che assicuri una maggioranza. Tra le proposte di leadership (che peraltro per l’attuale sistema elettorale sono “virtuali” rispetto al voto espresso nell’urna) va considerato un aspetto importante: l’essere stati già primo ministro in Italia porta con sé un marchio di fabbrica nel consenso. Sebbene sia un tratto comune nelle società occidentali, la differenza nella fiducia verso un primo ministro tende a decadere in […]

  

5 milioni di morti senza sparare un colpo

WNTD2016

Diventeranno 8 milioni nel 2030 i morti all’anno se non si troverà il modo di invertire il trend di decessi dovuti al consumo di sigarette nel mondo. Le stime che vengono proposte parlano di quasi 6 milioni di morti per aver iniziato e mai smesso di fumare e di 600.000 morti per essere stati esposti al fumo altrui (i cosiddetti fumatori passivi). Il 31 maggio di ogni anno si celebra il No Tobacco Day, che rappresenta quindi il tentativo di sensibilizzare chi fuma a prendere coscienza dei rischi che corre, ma soprattutto a scoraggiare chi volesse “provare” a fumare. In […]

  

Il blog di Diego Martone © 2019