Il Texas forse è lo stato che più si distacca dalla visione obamiana. Da bastione democratico che era fino agli anni ’60 (Lyndon Johnson riuscì ad arrivare alla presidenza dal suo ranch texano, passando per i banchi del Senato), dopo la rivoluzione reaganiana del 1980 divenne uno dei principali arsenali della macchina da guerra repubblicana. Le elezioni dell’anno scorso hanno visto un trionfo repubblicano a tutti i livelli, in ogni singola carica statale. I democratici rimangono trincerati in alcune città, come San Antonio, Austin, Dallas e Houston. I repubblicani, poi, si sono spostati sempre di più a destra, e uomini […]