Anche agli americani piace un Berlusconi?

Un imprenditore dai modi schietti e famoso per le sue apparizioni in tv, per la sua vita sentimentale turbolenta e per la pettinatura che alcuni giudicano “discutibile”. Questo è Donald Trump, imprenditore immobiliare 70enne e nota personalità televisiva che, a sorpresa, è finito in testa al vasto campo di candidati repubblicani alle primarie 2016. I moderati Jeb Bush e John Kasich, così come i conservatori Ted Cruz e Mike Huckabee, sono stati choccati da questa irresistibile ascesa. Più il candidato viene attaccato, più cresce nei sondaggi. E anche i favoriti della prima ora, come Marco Rubio e Scott Walker, sono […]

  

Paranoie texane

Il Texas forse è lo stato che più si distacca dalla visione obamiana. Da bastione democratico che era fino agli anni ’60 (Lyndon Johnson riuscì ad arrivare alla presidenza dal suo ranch texano, passando per i banchi del Senato), dopo la rivoluzione reaganiana del 1980 divenne uno dei principali arsenali della macchina da guerra repubblicana. Le elezioni dell’anno scorso hanno visto un trionfo repubblicano a tutti i livelli, in ogni singola carica statale. I democratici rimangono trincerati in alcune città, come San Antonio, Austin, Dallas e Houston. I repubblicani, poi, si sono spostati sempre di più a destra, e uomini […]

  

Prima candidatura, prime imprecisioni

Come avrete sentito, il primo candidato alle presidenziali del 2016 è sceso in campo per le primarie repubblicane. Parliamo di Ted Cruz, senatore repubblicano del Texas e probabilmente il più conservatore anche fra tutti i candidati che verranno. Almeno stando ai media, anche americani. Riassumiamo in breve le sue posizioni politiche: 1-Contrario all’aborto, tranne quando la vita della madre è in pericolo (qui Scott Walker, repubblicano governatore del Wisconsin e prossimo alla candidatura, è ancora più estremo, escludendo anche questa fattispecie) 2-Contrario al matrimonio gay, ma ritiene che la questione debba essere lasciata ai singoli stati (l’ex presidente George W. Bush […]

  

Il blog di Matteo Muzio © 2018