Perché ora dobbiamo tifare “Italexit”

E dopo la Brexit prepariamoci all’Italexit. L’uscita della Gran Bretagna dall’Europa, voluta e votata dal popolo, ha fatto scatenare azioni di terrorismo psicologico da parte delle élite tecnocratiche del continente, che hanno messo in guardia da possibili conseguenze disastrose, sul piano economico e politico. La verità è che tutto questo panico è strumentale e infondato perché senza l’Unione europea si può vivere, e forse anche meglio. Il Moloch di Bruxelles infatti non serve a nessuno, se non alle lobby economico-finanziarie che ne traggono benefici (facendo pressioni sul Palazzo) e alla Germania che la utilizza come dominio esclusivo dal quale arricchirsi, naturalmente sulla pelle delle altre nazioni e degli altri popoli, via via espropriati di identità, di sovranità, oltreché […]

  

Per capire i sacrifici degli italiani, stipendio di mille euro al mese per ogni politico

Se ne parla tanto, tantissimo. Ci si indigna e si grida allo scandalo. Ma nulla cambia. Sono passati quasi dieci anni dalla pubblicazione del libro La Casta di Stella e Rizzo, che denunciava gli sprechi e i privilegi di partiti e politici italiani, vera e propria categoria di protetti e intoccabili. Eppure la situazione è rimasta pressoché identica, col Paese reale che continua a soffrire e il Palazzo che invece vive in una sorta di isola felice, dove tutto è concesso, a nostre spese ovviamente. In quella corte dorata si pensa soltanto a celebrare il sovrano e i suoi fasti, […]

  

Basta con il buonismo anti-italiano. Noi siamo a casa notra

Prima chi difendeva i confini della propria patria era un eroe, non un razzista. Chi metteva al primo posto gli italiani era reputato degno di elogio, non di riprovazione. Chi garantiva la sicurezza degli altri cittadini e metteva a repentaglio la propria vita, era tributato con onorificenze, non indagato dalla magistratura. E chi delinqueva, da ladro o da clandestino, era punito e non assolto o accolto. Purtroppo però stiamo assistendo nel nostro Paese, oltreché a una mutazione politica e culturale, anche a una trasformazione etica e antropologica, capace di capovolgere le tradizionali categorie di giusto e ingiusto, di lecito e […]

  

Priorità: espellere certi Rom dall’Italia alla faccia del politicamente corretto

A volte conviene gettare lo sguardo al di là del confine, in Francia, non tanto per imparare i metodi di integrazione e costruzione di una società multiculturale (che anzi là sono drammaticamente falliti), quanto per fare nostra la loro constatazione che l’integrazione è impossibile. Risalgono a qualche tempo fa e crearono parecchio scandalo le dichiarazioni dell’allora ministro dell’Interno francese ManuelValls (poi diventato premier) sull’urgenza di “smantellare i campi rom in Francia” e di “rinviare i rom alla frontiera” in quanto “la loro aspirazione è tornare in Bulgaria e Romania”. In quelle frasi c’era l’ammissione che i primi a non volersi […]

  

Solo Putin può salvare l’Occidente

«Fin quando le persone sono determinate a combattere per la propria terra, la dignità e la libertà, il nemico non passerà». Sono queste le parole che vorremo sentir pronunciare dal nostro Presidente del Consiglio. Parole forti e decise, che non lasciano spazio alla codardia e nemmeno al chiacchiericcio senza fondamento che permea i salotti televisivi. Per fortuna c’è ancora una persona, seppur oltre i nostri confini, che ha il coraggio di agire, e non ha paura di difendere i suoi ideali. «Meno male che c’è Putin a combattere i terroristi islamici senza se e senza ma» ha affermato Magdi Cristiano […]

  

Italiani, i vostri risparmi sono più sicuri a casa che in banca

A voler essere radicali, si potrebbe citare Bertold Brecht quando si chiedeva “Cos’è più criminoso? Derubare una banca? O fondare una banca?”. Quello che è certo è che le banche hanno smesso di essere i luoghi dove mettere al sicuroi nostri soldi per diventare i posti dove i nostri risparmi sono più a rischio. Da quando lo scorso novembre il governo ha varato il decreto “Salva banche”, i ruoli si sono invertiti e chi doveva custodire i soldi dei risparmiatori si è trasformato nel loro principale nemico, se non rapinatore.  Il cosiddetto “bail-in”  letteralmente, salvataggio dell’interno  ha consentito agli istituto di credito di attingere, per potersi salvare dal fallimento, alle risorse degli azionisti, degli obbligazionisti […]

  

Questo Stato non merita di essere rispettato

Ormai è evidente: il miglior nemico di noi imprenditori si chiama Stato. E proverò a dimostrarlo facendo un discorso di testa, sebbene la rabbia e la frustrazione mi porterebbero a fare un discorso viscerale, con la pancia e col cuore. Checché ne dica la retorica asservita e filogovernativa, il premier Renzi non ha minimamente inciso sulla pressione fiscale relativa alle imprese. È un fatto che si può constatare in primo luogo guardando i numeri: la percentuale di tasse per quanto riguarda Irap e Ires continua ad aggirarsi intorno al 44% (vedi i recenti dati dell’Osservatorio bilanci del Consiglio nazionale dei […]

  

Il blog di Andrea Pasini © 2018