Se non difendiamo i nostri confini, l’immigrazione distruggerà il popolo Italiano

Adesso basta! I nostri governanti non lo vogliono capire oppure fanno finta. Probabilmente la seconda, perché per risolvere il problema dell’immigrazione selvaggia che colpisce l’Italia serve essere incisivi. Bisogna sfoderare il pugno di ferro. Lo stivale è la porta del Mar Mediterraneo e nel Mare Nostrum serve essere padroni. Padroni politicamente, padroni economicamente, padroni culturalmente e padroni militarmente. Il governo nostrano, invece, vuole cedere, a cadenza giornaliera, la propria sovranità. Dove si bagnano le nostre coste si scontrano interessi enormi, gli stessi che ogni parlamento, meritevole di questo nome, dovrebbe far rispettare. Invece dobbiamo chinare la testa, continuamente. Siete “solo chiacchiere […]

  

Mentre gli italiani muoiono di fame, il PD discute di far chiudere la spiaggia Fascista e di mettere in galera chi posta vignette sul Duce ma sulla spiaggia calabrese che inneggia al comunismo nessuno fa polemica

Libertà. Quest’estate, mentre il solleone brucia tutta la penisola, le penne tricolori ci hanno insegnato che non tutte le spiagge sono frequentabili. In che senso? Ve lo spiego subito. In quel di Chioggia, conosciuta anche come Venezia in piccolo, Gianni Scarpa gestisce uno stabilimento balneare, quello di Punta Canna, definito dai media di ogni latitudine e longitudine la spiaggia fascista. Apriti cielo o meglio apriti mare, alla Mosè per intenderci. Interrogazioni parlamentari, politici in subbuglio, Fiano e Boldrini in testa, indagini della Digos, commenti scandalizzati da parte dei sociologi da salotto e forche caudine su tutti i palinsesti per l’imprenditore […]

  

“Migranti in cambio di conti” Renzi e Alfano mandanti ed esecutori di questa invasione programmata

“Vorrei che ci liberassimo da una sorta di senso di colpa. Noi non abbiamo il dovere morale di accogliere in Italia tutte le persone che stanno peggio. Se ciò avvenisse sarebbe un disastro etico, politico, sociale e alla fine economico. Noi non abbiamo il dovere morale di accoglierli, ripetiamocelo. Ma abbiamo il dovere morale di aiutarli. E di aiutarli davvero a casa loro”. Benito Mussolini? Jörg Haider? Matteo Salvini? Nigel Farage? Donald Trump? No. Matteo Renzi. La tentazione macronista è impossibile da farsi sfuggire. Del resto Oscar Wild, quando incantava le masse, sussurrando al cielo disse: “Posso resistere a tutto […]

  

Il PD finalmente esce allo scoperto, con il DDL Tortura dimostra l’odio profondo che nutre verso le forze dell’ordine

Il DDL tortura è una cagata pazzesca. Il Partito Democratico odia le Forze dell’Ordine, ora è legge. “L’Italia ha finalmente colmato una grave mancanza nel proprio ordinamento. L’approvazione definitiva del delitto di tortura rappresenta un passaggio importante, per il quale il Parlamento lavora da quasi vent’anni e del quale non possiamo che essere soddisfatti”, le parole di Anna Finocchiaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento, che definisce il disegno di legge “il miglior risultato possibile oggi”. Chissà il peggiore. Davanti a questo, ennesimo, crimine di Stato ho voluto ironicamente ma neppure troppo delineare quale dovrà essere il modus operandi […]

  

“Riprenditi il tuo paese”, lettera dell’Italia agli italiani

Buongiorno, sono il tuo Paese, l’Italia. Sono la porta del Mar Mediterraneo, un piccolo stivale invidiato dal globo intero per conformazione, disposizione e per la mia storia. Virgilio, poeta mantovano, vergò questa parole: “D’Italica forza possente sia la stirpe di Roma”. Dal 753 a.c. ad oggi un susseguirsi di pensatori, filosofi, geni, patrioti e uomini hanno dato lustro a questa terra. Qui hanno avuto i natali Dante, “fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”, Michelangelo, autore de il David, della Pietà del Vaticano, della Cupola di San Pietro o degli affreschi nella Cappella Sistina, […]

  

Matteo Salvini piace sempre di più agli italiani perché propone quello che vorremmo sentirci dire

L’Italia s’è destra. Il nostro Paese, nella mattina di lunedì, si è svegliato avvolto da una certezza il tempo del renzismo e del grillismo è alle strette. Ancora presto per cantare vittoria, ma i presupposti ci sono tutti. “La macchina renziana si è inceppata perdendo nella gran parte dei 22 capoluoghi di provincia in gioco. Il centrodestra espugna Genova e L’Aquila, vince a Verona, Taranto, Monza, La Spezia, Piacenza, Alessandria, Trapani, Como, Asti, L’Aquila e si aggiudica pure Sesto San Giovanni, la cosiddetta Stalingrado d’Italia. Un tracollo netto quello di Renzi, che nella sua Toscana perde pure Pistoia, altra città storicamente […]

  

Il blog di Andrea Pasini © 2018