Il degrado culturale, identitario e valoriale dei giovani è da imputare anche ai docenti di sinistra nelle scuole

Dobbiamo avere il coraggio di dire che purtroppo fa molta tristezza vedere il degrado culturale, identitaria e valoriale delle nuove generazioni. L’Italia ha estremo bisogno di giovani coraggiosi, capaci e colti altrimenti il nostro paese non avrà futuro. Il predominio della sinistra nelle scuole e nelle Università ha creato schiere di veri e propri analfabeti funzionali, i più pericolosi in quanto convinti di possedere una cultura che nel migliore dei casi è solamente indottrinamento. Giovani facili da manipolare e strumentalizzare, del resto questo è sempre stato l’obbiettivo della sinistra da salotto ed in gran parte, purtroppo, ci sono riusciti. Volevano […]

  

Ma quale festa della liberazione? Oggi siamo più oppressi di prima.

Ma quale festa della liberazione? Oggi siamo più oppressi di prima. “Se la libertà significa qualcosa, allora significa il diritto di dire alla gente cose che non vogliono sentire”. Da questo spunto, arrivatomi da George Orwell, mi introduco nel mondo dell’ipocrisia targata 25 aprile. Un sentimento che non si sviluppa soltanto nelle ventiquattro ore dedicate alla Liberazione, ma che permane nella mentalità della sinistra italiana. “È sempre tempo di Resistenza” ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, due anni fa durante i festeggiamenti. “Una festa di speranza ancor di più per i giovani”, l’ha definita invece nel 2015. Speranze […]

  

In Italia vale più la parola di un criminale che quella di un appartenente alle Forze Dell’Ordine, che amarezza

Anche questa volta fango contro l’Arma dei Carabinieri perché a mio modesto avviso questa è la verità. Ancora una volta si crede ad una persona che ha aggradito una donna e che ha posto successivamente resistenza a due carabinieri che lo hanno tratto in arresto, al posto che credere alla parola di due pubblici ufficiali. Avrebbero malmenato un uomo durante l’arresto, almeno secondo la pesante accusa mossa nei confronti di due Carabinieri, al momento sospesi dal servizio. Una storia delicata sulla quale ci sono ancora molti punti oscuri da chiarire prima di gridare al solito scandalo e abusi di potere […]

  

Per non dimenticare “Vi faccio vedere come muore un italiano”, il nostro paese ha bisogno di eroi come Fabrizio Quattrocchi

Per non dimenticare “Vi faccio vedere come muore un italiano”, il nostro paese ha bisogno di eroi come Fabrizio Quattrocchi. Chiedimi chi era Fabrizio Quattrocchi. Il 13 aprile del 2004, l’addetto alla sicurezza privata si trovava in Iraq e venne rapito insieme ai colleghi Umberto Cupertino, Maurizio Agliana e Salvatore Stefio. L’Italia quel giorno trattenne il respiro. I quattro furono catturati da un sedicente gruppo denominato Falangi verdi di Maometto. Mentre gli ultimi tre vennero liberati il catanese, che da molti anni si era trasferito in Liguria, andò incontro alla morte. Pronunciando una frase assoluta. Capace di riecheggiare nella mia […]

  

Sinistrati alla frutta,la banalità di Vauro contro Salvini è lo specchio dell’ignoranza rossa

Sinistrati alla frutta, peggio al gelato. Non parliamo del gelato al cioccolato reso celebre da Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, con il testo redatto da Cristiano Malgioglio e da Clara Miozzi, ma di una notizia che è rimbalzata su tutti i canali d’informazione in questi giorni. Gelatai sempre, verrebbe da dire facendo il verso al “motto” partigiani sempre. Ma facciamo un passo indietro ed inquadriamo la vicenda. Piazzale Siena 18, Milano. Gelateria Baci Sottozero, un tranquillo pomeriggio di inizio primavera quando il leader del Carroccio, Matteo Salvini, varca la soglia dell’attività commerciale sopracitata. Il sole, nonostante l’inverno non demorda, lambisce […]

  

Prendiamo esempio dalla grande vittoria in Ungheria del Presidente Orban

In Ungheria il primo ministro Victor Orban ha stravinto con la maggioranza assoluta dei seggi del Parlamento, conquistando il suo terzo mandato consecutivo dal 2010, in un’elezione che ha registrato una partecipazione al voto senza precedenti. Gli ungheresi sono andati in massa alle urne perché una maggioranza schiacciante vuole continuare ad essere governata da un capo di governo che aveva lanciato questo appello: “Dobbiamo decidere bene, perché sbagliando non ci sarà più un futuro per l’Ungheria perché diventerà un Paese di immigrati”. E subito dopo il voto ha così sintetizzato il suo messaggio politico: “Questa è una vittoria decisiva, in […]

  

Vergognoso il blitz di Bardonecchia, vogliamo un nuovo governo composto da persone con le palle d’acciaio che sappiano ridare dignità all’Italia non ominicchi asserviti alle cancellerie europee

Vergognoso e inaccettabile lo sconfinamento in territorio italiano della polizia francese a Bardonecchia. È successo due giorni fa di sera, quando cinque doganieri transalpini hanno fatto irruzione nella sala della stazione del centro piemontese al confine con l’Italia, dove opera una Ong con la sua attività di assistenza ai migranti. Da alcuni mesi Bardonecchia, località sciistica della Valle di Susa, si trova al centro della rotta dei migranti che, abbandonata la via di Ventimiglia, tentano di raggiungere la Francia nonostante la neve e il gelo. Dallo scorso dicembre sono un migliaio i profughi, che hanno trovato assistenza nelle stanze della […]

  

Il blog di Andrea Pasini © 2018