Il Governo giallo-verde e sopratutto il Ministro Matteo Salvini stanno lavorando bene. Magari fanno qualche sbaglio, perché lo sappiamo che chi lavora può anche sbagliare, ma è chi non fa nulla che non sbaglia mai. La rotta è quella giusta. Bisogna ammettere con estrema sincerità che Matteo Salvini ed il governo giallo-verde hanno contro tutti: la vecchia politica, i giornali di regime e tutte quelle persone che hanno mangiato e bevuto alla faccia degli italiani per decenni. Il nuovo esecutivo, di questo ne siamo certi, raggiunge sempre l’unanimità dell’opposizione dai giornali ai media italiani ed europei. Basta sfogliare i quotidiani o seguire i telegiornali per rendersi conto dell’ostinato accanimento nella loro opposizione, che fa il paio con l’assenza del minimo riconoscimento.

I giornali di sinistra, come La Repubblica, amici dei governi sinistrati, da Monti a Letta passando per Renzi e Gentiloni, sono senza pace contro l’esecutivo. Mentre troviamo all’orizzonte una sorta di sistema dell’alternanza editoriale destra-sinistra fisso, immutabile, autoreferenziale e pregiudiziale, al di là di ogni dato di realtà. I concetti ormai logori e finti di destra e sinistra sono stati disintegrati dall’alleanza Lega-Cinquestelle e la contrapposizione è divenuta quella tra popolo ed élite. Tutti i giornali perdono la maschera e si mostrano per quel che sono, ossia strumenti dell’establishment e della casta.

Botte da orbi ai nuovi governanti, dipinti come il male assoluto, come degli incapaci, come dilettanti allo sbaraglio, come dei parvenu del potere che dureranno poco. Con annessa difesa dello status quo, quello del Palazzo.

Non sarà affatto facile continuare per Matteo Salvini, Conte e Di Maio a governare con tutti i giornali ed i media contro. Ma per il momento ci riescono e lo stanno facendo bene. Questi continui attacchi e questa gara al continuo discredito verso il Governo e sopratutto verso il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha il compito ben preciso di colpire ai fianchi, con notizie distorte e fasulle, la conduzione della Nazione per cercare di inculcare nell’opinione pubblica l’idea che all’esecutivo del Paese ci siano dei dilettanti allo sbaraglio. Ma questa macchina del fango e della menzogna, almeno, per quanto riguarda l’immagine di Salvini, non sta attecchendo nel popolo. Perché al posto che farlo calare di popolarità e di screditarlo sta invece trasferendogli sempre più forza ed autorevolezza tra gli italiani. Uomini e donne che giorno dopo giorno ne stanno apprezzando sempre di più la sua capacità comunicativa, la serietà, la sua grande umiltà e il suo linguaggio semplice, ma allo stesso tempo concreto che tutti comprendono e condividono. Il vecchio detto dice: “Che parlino bene o che parlino male, l’importante è che ne parlino”, non poteva che trovare nella realtà una concretezza maggiore di quanto ne stia trovando nella persona di Matteo Salvini. E noi di questo ne siamo sempre più felici ed orgogliosi.

Il Ministro dell’Interno non ha di certo bisogno dei miei consigli: mi sento però di dirgli, visto la profonda stima che nutro per la sua persona, che deve stare molto attento e non abbassare mai la guardia. Deve andare avanti per la sua strada senza mai voltarsi. Non deve farsi mai allettare ne comprare perché ci saranno tanti detrattori che cercheranno di incastrarlo con delle succulente proposte per poi tradirlo e farlo affondare. Deve resistere alle lusinghe erotiche di certa gentaglia perché dietro quelle persone si nasconde il traditore di Giuda. E soprattutto non deve fidarsi dei giornalisti e degli opinionisti di regime. Persone capaci di travestimenti e lusinghe, corteggiamenti e avance per poi pugnalarlo alle spalle. Questi sono come agenti provocatori capaci di qualsisia cosa per fargli inghiottire le loro polpette avvelenate e distruggerlo. Caro Matteo stai lavorando molto bene e stai riuscendo a ridare quella dignità che merita il nostro popolo e che da anni la politica con l’inganno ci ha sottratto. Tu sei come un granello di sabbia che deve far saltare l’ingranaggio che da decenni tiene in ostaggio il Paese non permettendogli di crescere. Adesso sta a tutti noi italiani starti vicino e lottare al tuo fianco. Dobbiamo tenere in vita questo governo perché possa rompere una volta per tutte e far saltare l’ingranaggio che da anni sta paralizzando l’Italia. Perché la vera forza di questo Governo giallo-verde risiede nella tua sempre maggiore popolarità. La differenza caro Matteo è che oggi dietro di te, che ti seguono e che ti proteggono come una scorta, ci sono milioni di persone comuni, mentre dietro ai politici precedenti c’erano le banche, le multinazionali, la grande finanza e gli interessi di una élite di potenti che hanno pensato solo agli interessi di pochi distruggendo la vita di un intero popolo. Per cui non ci abbandonare ed abbi il coraggio di lanciare il cuore oltre l’ostacolo facendo saltare per sempre quel banco sul quale hanno giocato per anni le lobby del potere che oggi vorrebbero farti inciampare e cadere. Presta particolare attenzione anche a certi anziani politicanti del tuo partito, che ti siedono vicino nelle stanza del potere perché sono stati troppo vicini a quel sistema romano marcio e putrido per troppi anni e si sono voluti far contagiare anche loro e proprio quel sistema che sta provando in tutti i modi a trascinarti negli abissi, perché lo stai combattendo e sono sicuro riuscirai a sconfiggere una volta per tutte. Gran parte del popolo italiano ha capito che solo tu sei la persona giusta, sei il messia venuto sulla terra per ridare quella dignità e quella sovranità che merita l’Italia e il popolo italiano. Questo lo abbiamo capito non certo grazie a tv e giornali, ma bensì grazie alle tua grinta, alla tua tenacia e alla rete che ha giocato e che sta giocando un ruolo fondamentale in questa battaglia. Per la lotta per il cambiamento che da qualche anno grazie a te e ai tuoi più stretti collaboratori, ragazzi sani, onesti, capaci avete con passione e coraggio portato avanti.

Manca poco caro Matteo. Me lo sento. Se tu dovessi riuscire e sono sicuro che riuscirai a mostrare a tutti che esiste una via alternativa e migliore all’austerity, alla moneta unica, alla dipendenza della politica dalla finanza ed al vecchio sistema di lobby che hanno gestito con i disastri che sono sotto agli occhi di tutti gli italiani. Non ci sarà scampo per il sistema marcio e corrotto romano ed europeo che ha spadroneggiato per anni nel nostro Paese e che ha ridotto l’Italia in queste condizioni. È questa la vera paura delle élite che perseverano nell’attaccarti. Per cui noi tifiamo per te caro Matteo. Perché tu possa andare avanti e continuare a demolire giorno dopo giorno quel sistema insano che ha di fatto rovinato la Nazione ed ha reso schiavi gli italiani. www.IlGiornale.it

Tag: , , , , , , , , , , , , ,