L’Italia è tornata in recessione. Il Governo giallorosso, a guida Giuseppe Conte, Partito Democratico, 5 Stelle e Leu non è in grado di governare il Paese è sopratutto l’economia.
Questa totale incapacità di gestione dell’economia viene palesata dai dati di questi giorni sul Pil purtroppo disastrosi per un Paese come l’Italia, che è pur sempre la seconda potenza manifatturiera d’Europa. Il Pil è sceso del -0,3% su base trimestrale nell’ultimo trimestre del 2019, come rilevato dall’istat, il peggior calo addirittura dal 2013, quando al Governo, guarda caso, c’era sempre la sinistra. La decrescita acquisita per il 2020 è del -0,2%. Il risultato ha sorpreso gli analisti, che si aspettavano un miglioramento del +0,1%. Invece, si è registrato un calo. Altro che ripresa tanto millantata da Conte e dall’armata bracaleone che compone questo governo. Soltanto pochi giorni fa, sempre l’ISTAT aveva diffuso i dati sul mercato del lavoro, che ha registrato la perdita di ben 79mila posti in un solo mese, soprattutto di quelli a tempo indeterminato, ovvero i migliori. Cifre che portano a 215mila il totale dei posti andati in fumo nell’ultimo anno per via delle crisi industriali alle quali il Governo giallo rosso non ha mai saputo trovare una soluzione ai tavoli di confronto. La maggior parte di queste si trovano nelle 6 regioni dove si voterà il prossimo maggio. Sono stra convinto che gli elettori ne terranno conto è che anche li manderanno a casa la sinistra.

Che cos’ha da dire il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri davanti a questo disastro? credo nulla visto che lui è quello che in ogni intervista dice che grazie al governo Conte l’economia cresce e che grazie sempre a loro non hanno aumentato l’IVA. O forse se la prenderà ancora con la stagnazione dell’economia europea? Ma spieghiamo al Ministro dell’economia che ad esempio, oggi il Pil spagnolo, tanto per fare un esempio, è cresciuto più del previsto, del +0,5% nello stesso trimestre. Oppure se la prenderà con il Fondo Monetario Internazionale, che non sa fare i calcoli? Credo che alla fine Gualtiero se la debba solo ed unicamente prendere con se stesso e con tutte le balle che quotidianamente racconta ai cittadini. È soddisfatto di questo risultato anche il segretario Nicola Zingaretti, che domenica scorsa stappava bottiglie di champagne per aver vinto in Emilia Romagna come se avesse vinto una guerra mondiale. Se il Partito Democratico festeggia, non si capisce neanche per cosa, sono gli italiani, ancora una volta purtroppo a non festeggiare. I dati mostrano il fallimento completo di tutta la politica economica dell’Esecutivo giallorosso, che ha puntato tutto, come abbiamo sempre detto, sulla spesa assistenzialista, come tipico di ogni Governo di sinistra che si rispetti, invece di tagliare le tasse e rilanciare gli investimenti. Soldi buttati ed economia in rosso. Davvero un bel risultato complenti! Questi inetti al governo dovrebbero andare a casa io più presto possibile perché di fatto stanno portando il Paese nel baratro. www.IlGiornale.it

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,