Cocktail Sollima, il violoncellista che suona energia

Dopo il passaggio lombardo Giovanni Sollima, pirotecnico violoncellista, ha preso il “largo”. Il 4 maggio si esibirà a Zagabria, poi rapido ritorno in quel di Mestre (5 maggio) e virata a Berlino (7 maggio). Due giorni dopo rieccolo in quel di Rovereto con un “Cello solo” all’Auditorium del Mart. Spettacolo assicurato; l’artista riscuote successo assai in questo periodo, e tra le sue collaborazioni vanta musici di prima grandezza. Molto applaudito a Milano, ospitato dalla Società del Quartetto. Con lui, Monika Leskovar (violoncellista) e il Solistenensemble Kaleidoskop. Impressioni di fine aprile. Non pochi, quando per la prima volta lo vanno a […]

  

Tendenze: ora c’è chi fa i concerti con la “Sorpresa”

  Che cosa vi piacerebbe ascoltare ai concerti? Bisogna pensare ad ambienti differenti per vivere la musica da quelli del teatro? Gli spettatori dovrebbero contribuire alla ri-progettazione delle modalità di ascolto? La questione è sempre la stessa, ed è a doppia lettura. Da una parte, chi fa od organizza i concerti ha il problema di attrarre il pubblico; dall’altra parte gli spettatori… Ultimamente stanno fioccando proposte insolite rispetto alle già collaudate formule. Mi viene in mente, perché è tra qualche giorno, la serata del Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli (mercoledì 22 aprile alla palazzina Liberty di Milano). Bene, per questo incontro gli organizzatori hanno […]

  

Puskin a Trieste, Alessandro Solbiati debutta come operista

“La mia scrittura, anche a detta di altri, aveva una connotazione teatrale. Con la sua evoluzione negli anni è arrivato il momento di metterla al servizio dell’opera…”. Alessandro Solbiati, classe 1956, dopo lunga e onorata carriera con lavori prevalentemente dedicati alla produzione strumentale (la sua prima partitura un quartetto d’archi proposto nel 1980 e tra le ultime la “Sonata Felix” per pianoforte e violino del 2006), ora debutta come operista: al teatro lirico di Trieste “Il carro e i canti” (17, 18, 19, 22 e 23) “, liberamente ispirato al “Festino in tempo di peste” di Aleksandr Puskin. “Sulla mia […]

  

Terremoto, Battistelli lancia un appello ai grandi musicisti

Fra le tante emergenze del dopo-terremoto c’è anche l’emergenza musica. Un appello ai grandi musicisti italiani e internazionali, affinchè la società aquilana dei concerti possa riprendere l’attività, arriva dal compositore Giorgio Battistelli, da due settimane presidente della Società, dopo esserne stato per cinque anni il direttore artistico. “L’appello – spiega il compositore – è rivolto in prima istanza alle grandi istituzioni musicali; poi a tutti i privati, persone o aziende che possano contribuire alla costruzione di un teatro tenda e alla ripresa dell’attività musicale”. La Società aquilana è una delle più antiche d’Italia; non ha una sua orchestra ma ha […]

  

Concerti e Libri: divagazioni su Scala, Boulez-Pollini e Zappa

Fra le cose belle che possono capitare a chi è appassionato di musica contemporanea? Assistere a un concerto con una di quelle “accoppiate” che passano alla storia, ovvero Boulez-Pollini. Proprio così: il grande compositore-direttore d’orchestra francese e il pianista italiano tra i più celebrati anche all’estero. Alla Scala, il 6 aprile, un concerto fantastico a base di Schoenberg, Berg e Webern, in due parole musiche degli autori della cosidetta “scuola di vienna”. Fra le cose brutte che possono capitare a chi va a un concerto del genere – chissà quando ricapita – è quella di essere alla Scala, che già […]

  

Applausometro al Dal Verme, dall’Ongaro si piazza bene

Domanda: ma è poi così vero che la gente quando va ai concerti misti (cioè classica e moderna insieme) non apprezza i brani scritti dagli autori di oggi? Beh, mercoledì mattina ho avuto l’ennesima riprova, al teatro Dal Verme di Milano, dove in programma è ancora per una volta – sabato 4 aprile alle 17 – la successione Faurè (con la sua “Pavane”) Herz-dall’Ongaro-Mozart eseguita dell’orchestra dei Pomeriggi musicali diretta dalla bacchetta del pianista Howard Shelley: la riposta al quesito è sì. Alla fine dell’esecuzione di ogni singolo brano, durante prove generali affollate perlopiù da persone di una certa età […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018