Dalle parole alle note, passando per relativi enigmi. Con ritorno agli aspetti più ludici e primari, per capire come la musica funziona. Scorrendo il programma del “Festival della mente”www.festivaldellamente.it – il primo in Europa dedicato alla creatività (a Sarzana – La Spezia – dal 4 settembre) ci si imbatte anche in questo genere di temi. E in due nomi della drammaturgia e della musica piuttosto noti, ovvero lo scrittore Luca Scarlini e il compositore e direttore d’orchestra Carlo Boccadoro.

Gli appuntamenti con Scarlini sono i primi rispetto alla serie dedicata a musica e affini. Approfonditamente. “Il suono di una vita: musica che salva, musica che condanna” (5 settembre, ore 15, nella sala delle capriate Fortezza Firmafede) e “Cantami una storia. Un racconto musicale in sessanta minuti” (il 6 , ore 11.30, workshop 8-12 anni di sessanta minuti, massimo 25 partecipanti): il primo racconta del ruolo della musica che in “momenti di particolare complessità ha deciso per il meglio o per il peggio, il destino degli uomini”. Viene citata la figura di Marcel Proust, “per cui la canzonetta può narrare un’epoca meglio di centinaia di pagine di saggi…”. Il secondo appuntamento, dedicato ai bimbi, pone una serie di domande sul gioco, il canto, la musica. Una storia famosa per raccontare in maniera sintetica e semplice come funziona la musica.
La parola all’accoppiata Stefano Bartezzaghi-Carlo Boccadoro è prevista per il 6 settembre (ore 21.15, piazza d’armi Fortezza Firmafede), titolo: “La soluzione è all’ultima pagina”. “Enigmatica e musica hanno condiviso a lungo la ruperstizione della soluzione – è l’incipit della presentazione -: il ritorno alla nota tonica o alla parola topica, nell’ultima pagina o nell’ultima battuta. Ma a un certo punto quell’ultima battuta è uscita dallo spartito, l’ultima pagina non è stata stampata…”.

Luca Scalini si occupa di drammaturgia contemporanea e di letteratura comparata, insegna tecniche narrative presso la Scuola Holden di Torino, collabora con numerose istituzioni teatrali italiane. Carlo Boccadoro è uno dei nuovi compositori di punta della nuova generazione, autore di musica sinfonica e cameristica; è anche saggistra e scrittore.
In allegato: Eugenio Finardi e i Sentieri Selvaggi diretti da Carlo Boccadoro