Incontri / Il ritmo? Lo raccontano poeti, compositori e filosofi

  Un incontro sui ritmi e la loro importanza. Si terrà il 2 febbraio 2010 nell’Aula Magna dell’Università per stranieri di Perugia, alle 17.30: è il primo di sei appuntamenti (con audio, video, conferenze e concerti), a  cura della Fonoteca regionale “Oreste Trotta”. La rassegna, che è organizzata dalla regione Umbria insieme alla Stranieri, al Comune di Perugia e all’Apm, andrà a esplorare in modo insolito e stimolante le mille forme del ritmo nelle poetiche contemporanee. Vincenzo Martorella, critico musicale e musicologo che collabora con la ’Trotta” da quattro anni ed è curatore del progetto, ha impostato una sorta di viaggio panoramico tra le […]

  

Autori / Mauricio Kagel e il suo “Variètè” che diventa assolo

  Omaggio per un grande maestro argentino, Mauricio Kagel, scomparso poco più di un anno fa. L’Accademia Filarmonica Romana giovedì 28 gennaio, al Teatro Olimpico della capitale, porterà in scena una delle sue opere di teatro e musica più riuscite, “Variètè”, scritta da metà degli anni Settanta. Affidato al Divertimento Ensemble, complesso italiano specializzato nel repertorio di musica contemporanea, lo spettacolo sarà diretto da Sandro Gorli, con la partecipazione di Sergio Bini, in arte Bustric, eccezionale mimo e attore italiano, mago, giocoliere e comico che darà vita a un varietà visionario e astratto, per divertire, sorprendere e mettere in dubbio il […]

  

Esposizioni / Arvo Part, quando il canto dell’anima si fa vedere

  Non solo musica, anche immagini. In occasione dell’omaggio ad Arvo Part, a Roma c’è una mostra fotografica dedicata al compositore: Fotografie: 1988-2006 di Roberto Masotti. L’esposizione, allestita nel foyer Sinopoli dell’Auditorium, rimarrà aperta al pubblico fino al 31 gennaio.  Quella di Part è una musica di sofferenza e per esprimerla usa qualche nota, ripetizioni melodiche elementari, sequenze ritmiche ipnotizzanti, niente tonalità, molto silenzio. Un silenzio sottile che conferisce a questa musica un carattere così misterioso e struggente. Un diario di questa ricerca del silenzio interiore e della spiritualità più intima, dove la musica conduce ineluttabilmente verso il profondo dell’anima umana. Arvo Part è […]

  

Rassegne / La vocazione contemporanea dei “Pomeriggi”

  Se qualcuno non se n’era accorto, l’arrivo di Ivan Fedele al teatro Dal Verme di Milano – lui è direttore artistico dei Pomeriggi musicali – sta già lasciando il segno. Classe 1953, compositore in primo piano tanto in Italia quanto all’estero, nel suo nuovo incarico tra primi progetti fatti diventare realtà c’è “Koine”. Che non è una rassegna e basta – il calendario è da gennaio a maggio – bensì la riconferma di una delle principali vocazioni dell’Orchestra di via San Giovannni sul Muro, che è stata fondata nel 1946. “Una delle vocazioni principali dei Pomeriggi è la promozione e la diffusione della musica […]

  

Autori / Kurt Weill “soccorre” anche le vittime del tempo

  Kurt Weill, altrimenti la terza possibilità della musica. Traduzione: un ponte tra la scrittura colta e quella popolare. Siamo negli anni Venti/Trenta del ‘900, in Germania l’ambiente è quello dell’espressionismo, del cabaret… Il compositore, caratterizzato dall’ironia, è difficile da paragonare. Per certi versi costituisce un caso a sè. Allievo anche dell’italiano Bosoni, si affermò cone brillante autore di opere teatrali; collaborò spesso con Bertolt Brecht. Sabato 19 gennaio c’è una buona occasione per osservarlo da vicino: come?  Attraverso alcuni dei suoi brani più significativi. Avverrà nel concerto “Speak Low. Un ricordo vissuto per il tempo di una  notte” con il soprano Annalisa Biancofiore ed […]

  

Musica e scienze / Grisey faceva “cantare” anche le stelle

  Scienza e musica a braccetto insieme. Prima esecuzione italiana de Le Noir de l’Ètoile, in occasione del Festival delle Scienze, in quel di Roma. In questa composizione l’autore Gèrard Grisey fa ascoltare il suono delle stelle. L’universo in realtà è muto, perchè nel suo vuoto sconfinato i suoni non si propagano; ma le pulsazioni elettromagnetiche ricevute da un radiotelescopio, possono essere decodificate e trasformate in segnali  sonori. Quando, grazie a un astronomo dell’università di Berkeley, Grisey scoprì il suono delle stelle pulsar, ne rimase tanto affascinato da decidere di utilizzarlo. Come? Integrarlo in un’opera senza ulteriori manipolazioni e lasciarlo esistere all’interno d’una musica […]

  

Libretti / Le fiabe di Andersen? Rodari le “riduce” a Opere

  Scrivere per i ragazzi. Con regole e linguaggi modellati a dovere per il pubblico dei piccoli. Anche in musica è così. E per i compositori oltre a essere un modo interessante e utile di lavorare è anche, in qualche modo, doveroso: l’educazione musicale si fa anche a teatro, a partire dall’infanzia. In Italia non sono molti gli autori che si muovono su questo terreno. Viene in mente nell’immediato Silvia Colasanti, con le sue operine. Ma anche Paolo Furlani. E proprio con le musiche di Furlani che domenica pomeriggio (ore 16) va in scena al Teatro della Tosse di Genova l’opera “Il vestito nuovo dell’Imperatore” a lui commissionata […]

  

Controtempo / Da Grisey a Murail, la modernità suona francese

  La scuola francese, si può dire a livello mondiale, è un punto di riferimento per la ricerca e la produzione legata alla modernità. Tanti, tantissimi gli autori che tanto nel periodo dell’avanguardia quanto nel periodo della contemporanea, fino ai giorni nostri (si pensi solo al centro di ricerca Ircam di Parigi) si sono/si distinguono per la loro produzione, spesso assai interessante e costantemente portata nei festival del globo. E proprio in questi giorni nella capitale si stanno per concludere i preparativi per una nuova programmazione, che è proprio dedicata agli autori del nostro tempo di provenienza francese.  L’Accademia di Francia […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018