Uno dei migliori jazzisti al pianoforte, Rita Marcotulli. Lei è la vincitrice del premio “Ciak d’oro” per la miglior colonna sonora, per il film “Basilicata coast to coast” girato dal regista Rocco Papaleo. Un riconoscimento votato dai giornalisti e dai critici. Autrice delle musiche del lungometraggio ambientato nel Belpaese, Rita leggendo il copione del film decide di puntare sulla natura, elemento tra i più importanti della pellicola e della Basilicata. Tutta la musica è stata suonata e registrata in diretta, sia per rispettare l’acustica come chiave fondamentale sia per avere una naturalezza nell’esecuzione ed ottenere emozioni vere.

Una grande parte è lasciata all’improvvisazione. Non a caso sono stati chiamati a suonare nomi tra i più importanti della scena jazz e non solo jazz italiana. Rita Marcotulli: pianoforte, sansa, composizione e arrangiamenti. Andy Sheppard: sax soprano. Javier Girotto: sax soprano e baritono. Fabrizio Bosso: tromba e flicorno.

Marcotulli, elegante pianista dalla grana melodica e dalla voce strumentale molto esclusiva, si avvicina alla musica brasiliana per poi approdare definitivamente all’estetica del jazz intorno ai venti anni. Nei primi anni ’80 è presente sulla scena romana allora assai fervida, quella che attorno a pochi e fortunati locali coltivava i grandi musicisti che oggi conducono il jazz italiano. Era consueto, in quegli anni, vedere dei giovani musicisti italiani esibirsi al fianco di grandi stranieri di passaggio in Italia. È così che Rita si impegna al fianco di musicisti noti quali, tra gli altri, Chet Baker, Steve Grossman, Peter Erskine, Joe Henderson, Joe Lovano, Charlie Mariano, Tony Oxley, Michel Portal, Richard Galliano, Enrico Rava.
In allegato:  musiche della Marcotulli

VN:F [1.9.3_1094]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)