Beh, niente di strano. I media non si accorgono o quasi del Nobel per la musica assegnato a Stoccolma a Ennio Morricone? Non c’è notizia degna di nota, in questo. E’ la pura normalità. Anche trattandosi di una star come è il compositore italiano autore di ben quattrocento colonne sonore. Della “piccola dimenticanza” ne ha parlato l’altro giorno con un articolo su “l’Unità” anche il musicologo Giordano Montecchi. Che, giustamente scandalizzato, ha considerato che è “difficile spiegare questa indifferenza”, se non con l’ovvia considerazione che l’esistenza di questo premio – il Polar Misc Prize – è pressoché ignorata”. E invece non sarebbe dovuto accadere, “non fosse altro perché dalla sua istituzione, nel 1992, nessun italiano ne era mai stato insignito fino a ora (…)”. Montecchi nel suo lungo articolo su Morricone – il maestro l’8 settembre dirigerà un concerto a Palermo – ha anche accennato al Nobel per la musica assegnato alla cantautrice islandese Bjork: “Una forza indomabile della natura, un’artista che marcia seguendo il suo ritmo e quello di nessun altro”, dice la motivazione del massimo riconoscimento. Quanto basta per ricordare la figura di questa musicista che nel suo Paese e non solo lì, c’è da giurarci, sarà stata festeggiata a dovere. E che, magari, doveva essere giustamente ri-considerata anche sulle nostre pagine nazionali, alla stessa stregua del compositore italico. Attenuante: se non altro, lui da noi è tanto noto quanto ospitato, eseguito, celebrato appena possibile; comunque famoso in tutto il mondo.

Due personaggi distanti anni luce, Morricone e Bjork. Lei, classe 1965, è divenuta celebre per la sua espressività vocale e per il suo ecclettico stile musicale influenzato da molti differenti generi come pop, alternative rock, jazz, ambient, elettronica, musica classica, folk e trip hop. Al suo attivo ha milioni di dischi venduti. Infine due parole sul Polar Music Prize, ovvero il Nobel per la musica. Si tratta di un riconoscimento internazionale che premia le più diverse figure impegnate in campo musicale. Fondato nel 1989, viene ogni anno assegnato presso la Royal Swedish Academ of music. Un riconoscimento in passato assagnato ad artisti quali: Dizzy Gillespie, Pierre Boulez, Ravi Shankar, Iannis Xenakis, Karlheinz Stockhausen, Keith Jarrett, Gyorgy Ligeti, Steve Reich, Pink Floyd e Peter Gabriel.
In allegato: musiche di Bjork