Racconto 2 / Uno Stabat Mater che consola

Il racconto (si sa) ha avuto un calo di popolarità – e non parliamo di quello musicale che praticamente è sempre stato un fanalino di coda -. La musica, i suoi strumenti, i suoi protagonisti hanno ispirato poco quanti per necessità o professione o semplicamente per passare il tempo si sono cimentati e si cimentano con le parole. Eppure i soggetti non mancano. Dal pianoforte al flauto traverso, dalle arie barocche ai tempi irregolari di una sonata del Novecento, fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’elettronica, la computer music e la rivisitazione in chiave moderna delle antiche polifonie. Un […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Dove va la musica 2 / “Le novità vanno spiegate”

Quali sono le novità nella musica? 2) Che cosa si fa per ri-avvicinare il pubblico scappato per la complessità di certe avanguardie?  3) Il critico Alex Ross sostiene che sul piano della fruzione la contemporanea è in ritardo… Continua il viaggio per capire “dove va la musica”. La parola al critico musicale Pietro Acquafredda, direttore della rivista Music@. 1) “Mi piace di più il musicista che, pagando di persona, resta se stesso, che i musicisti-farfalle che oggi si posano qua e domani lì. Alla fine si confondono nel volo da un posto all’altro. E, comunque, la parola “contaminazione”, e quel che […]

  

Opera / “Il Postino”, l’eredità di Daniel Catan

Daniel Catan, il compositore che ha scritto l’opera “Il Postino“. Bellissima colonna per una bellissima storia. Una storia poetica, accompagnata da note “giuste”, adatte al ritmo di una vicenda che è diventata in Italia anche un film che ha avuto molto successo. Catan dell’opera era anche il librettista; e lo è stato pure del lavoro Florencia en el Amazonas. E’ morto i giorni scorsi nella sua casa di Austin, in Texas. Il suo stile? Una sorta di strada “personale” tra Debussy e Heir Villa Lobos. Nei suoi colloqui amava citare i personaggi che compositivamente parlando gli erano più cari: da Igor Stravinsky a Maurice […]

  

Ricordo / L’indimenticabile parabola di Sinopoli

Sinopoli si interessò molto alla musica contemporanea e lui stesso fu un eccellente compositore. In questi giorni in Italia e non solo si rende omaggio a questo musicista, scomparso il 20 aprile di dieci anni fa all’età di 55 anni. A Madrid (a Palacio Abrantes) anche per iniziativa dell’Istituto italiano della cultura si sarà un concerto con opere da lui scritte e di Schubert e Wagner, quest’ultimo che ha tanto amato ed eseguito. Con la Filarmonica Toscanini diretta da Ayyud Guliev, al pianoforte la vedova del maestro Silvia Cappellini. Direttore d’orchestra, autore e saggista. Un vero intellettuale della musica. Nel ’75 […]

  

Ricerca / I canti misteriosi del mare…

Ai delfini piace la colonna sonora del film “Miami Vice”, le megattere “cantano” per le femmine, diversi animali del mare amano ascoltare la classica. Mare e musica, un binomio a prima vista improbabile, invece… E non pochi compositori hanno usato e usano come fonte ispirativa i “canti” degli oceani. Capita di incontrare a un convegno sui pipistrelli chi ha vissuto in prima persona, come ricercatrice, avventure scientifiche in Italia (ma anche nel resto del mondo) considerate di frontiera. Silvia Amodio, fotografa, per sei mesi è stata alle Hawaii a studiare “le competenze linguistiche, la capacità di comprendere linguaggi artificiali dal punto di vista […]

  

Generi / A proposito di Smith e la terza corrente

Possono convivere il jazz e la classica? Il clarinettista Bill Smith, negli anni Cinquanta fondatore della cosiddetta “terza corrente” ha ampiamente dimostrato di sì. Allievo del compositore Darius Milhaud e del pianista Dave Brubeck, con il quale ha suonato nel 1946,  il musicista è una delle star della rassegna “Costrasti”, in quel di Bologna. Mercoledì 13 aprile sarà il giorno di chiusura, con l’appuntamento “Il clarinetto da Mozart al Jazz” (nella chiesa di Santa Cristina, ore 20,30). Il clarinettista sarà in tandem con il pianista Enrico Pieranunzi. I duo da tempo collaborano sui sentieri della “terza corrente”, con incurisoni che […]

  

Colonne / Il sogno “spaziale” di Nyman

Per gli appassionati di fantascienza, colonne sonore per il cinema e di  autori della musica classico-contemporanea, ogni tanto anche sul piccolo scherzo la congiunzione è favorevole. Mercoledì 6 aprile 2011 infatti è uno di quei giorni buoni per incontrare uno dei propri beniamini. A una certa ora della sera basta accendere la tv per sintonizzarsi con Rete4, a mezzanotte e mezza per la precisione: c’è Michael Nyman in “concerto”, ma come autore di colonne sonore, nel film “Gattaca – La Porta dell’universo”. Nel commento sonoro in questione dominano micro-melodie, temi musicali dal taglio evidentemente minimalista (del resto lui è un rappresentante di questa corrente, anzi è stato tra […]

  

Poulenc e Beatles / La musica? Ha le sue ragioni…

Che la musica sia una delle “cose” più importanti nella vita di tanti è una cosa scontata. Eppure, a volte, nonostante molta passione e dedizione nell’ascolto, manca non un bagaglio di letture a proposito – che comunque fa molto – ma una guida per potere capire meglio che cosa si ha di fronte. A questo proposito aiutano molto certe inziative di formazione (incontri e quant’altro), che con un po’ di pazienza si rintracciano in ogni angolo d’Italia. Di che cosa si tratta è presto detto. Sono associazioni, circoli e centri culturali: un arcipelago di “realtà” che anche nel piccolo agiscono […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018