Racconto 3 / Le paure di Rumolandia

Il racconto (si sa) ha avuto un calo di popolarità – e non parliamo di quello musicale che praticamente è sempre stato un fanalino di coda -. La musica, i suoi strumenti, i suoi protagonisti hanno ispirato poco quanti per necessità o professione o semplicamente per passare il tempo si sono cimentati e si cimentano con le parole. Eppure i soggetti non mancano. Dal pianoforte al flauto traverso, dalle arie barocche ai tempi irregolari di una sonata del Novecento, fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’elettronica, la computer music e la rivisitazione in chiave moderna delle antiche polifonie. Un […]

  

Invenzioni / I suoni di “carta” di Enrico Intra

In fondo per il pianista Enrico Intra questa è una svolta fino a un certo punto. Quanti lo conoscono – e sono davvero tanti (anche a Milano dove da una vita dirige la Civica scuola di jazz) – sanno bene che è sempre stato un “cacciatore” di sonorità e da sempre si mette in gioco per sperimentare le novità che a mano a mano arrivano o che si riescono a immaginare; anche adesso che non è più un ragazzino (a 75 anni di età). L’incipit per presentare il suo “Concerto di carta”. Si proprio così: l’esibizione di un’orchestra ad hoc che al posto […]

  

Dove va la musica 4 / “Cresce il teatro musicale”

Quali sono le novità nella musica? 2) Che cosa si fa per ri-avvicinare il pubblico scappato per la complessità di certe avanguardie?  3) Il critico Alex Ross sostiene che sul piano della fruzione la contemporanea è in ritardo… Interviene il compositore Filippo Del Corno. 1) La novità che mi appare più evidente è la rinnovata fiducia nel teatro musicale come forma per esplorare nuovi intrecci con altre espressioni artistiche e, soprattutto, come strumento per uscire dall’isolamento e aprire un nuovo dialogo con il pubblico. Una conseguenza importante di questa tendenza è la sempre più marcata “spettacolarizzazione” della musica contemporanea, che […]

  

Personaggi / Le avventure sinfoniche di Rega

L’annuncio dell’orchestra Verdi di Milano di aprire la prossima stagione in concomitanza con il decimo anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle – dunque il prossimo autunno – sul podio ci sarà Xian Zhang e il concerto sarà alla Scala – dà l’occasione per ri-pescare Alfonso Rega: chi è costui? Beh, la sua storia è assai singolare. E’ una storia di un sogno che è diventato realtà. Ex consulente macro-economico per banche e società, cultore di Bach, Mozart, Bethoveen e Mahler, quando è andato in pensione ha ri-tirato fuori la sua preparazione classica. E con qualche periodo di aggiornatmento e studio, si è […]

  

Inchiesta / “Le belle colonne rischiano…”

Partiture che ormai tendono ad assomigliarsi, l’abbassamento culturale del settore, la produzione seriale che porta a risultati stereotipati, il ricorso esagerato all’elettronica e, dulcis in fundo, i soldi… Il settore della colonne sonore – che in Italia ha un’ottima tradizione – a quanto pare non se la passa benissimo. Stando almeno a un’inchiesta giornalistica che è stata realizzata recentemente. L’agenzia per realizzare la mini-inchiesta ha intervistato alcuni addetti ai lavori, ovvero i compositori Nicola Piovani e Franco Piersanti e il presidente dell’orchestra italiana del cinema Marco Patrignani. Emerge un quadro che non si può definire edificante. “La musica per il […]

  

Ricerca / Ora anche “Glitch” ha la patente

Dunque la scienza dà la patente (o quasi) alla musica che nasce dagli errori, ovvero, la musica glitch. Un’esecuzione sbagliata piace di più di una esatta. E’ una delle scoperte degli scienziati in fatto di ricerche neurologiche applicate alla musica. Così come il cervello umano apprezza  molto, a quanto pare, le variazioni e i cambi di ritmo. Sull’argomento – un’indagine di scienziati americani e canedesi – ha dedicato parecchio spazio amche i media italiani; in particolare interessante un articolo a firma di Pam Belluck (“Da Chopin ai Beatles, così la musica ci emoziona”). L’articolo, in una sua parte racconta appunto delle imperfezioni musicali come […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Inediti / Le ultime note svelate di Coltrane

La notizia è ghiotta un po’ per tutti, ma ne godranno maggiormente storici, cultori della materia e musicisti. Riguarda il capitolo inediti, riguarda mister John Coltrane, uno dei massimi sassofonisti jazz, ma è meglio dire uno dei “pesi massimi” della musica contemporanea. L’uomo che non volle vivere nel buio, l’uomo che volle svelare il meglio di sé. Bene, sono stati rivenuti degli inediti, musiche che fino a ora erano rimaste sconosciute. Si tratta di tre brani che sono stati concessi da Zane Massey e dalla famiglia Coltrane: presto quelle musiche verranno incluse in una nuova incisione. Ma facciamo due passi […]

  

Dove va la musica 3 / “Ora c’è il distorsionismo”

Quali sono le novità nella musica? 2) Che cosa si fa per ri-avvicinare il pubblico scappato per la complessità di certe avanguardie?  3) Il critico Alex Ross sostiene che sul piano della fruzione la contemporanea è in ritardo… Interviene il compositore Ivan Fedele… 1) Quali sono le novità del settore, nuovi linguaggi, estetica e autori da scoprire Nuovi linguaggi: “distorsionismo”, variante “acida” del post-spettralismo. Maggiore rappresentante: Raphaël Cendo. Autori interessanti: Marco Momi, Raffaele Grimaldi, Maurilio Cacciatore, Vittorio Montalti e Pasquale Corrado (Italia). Alireza Farhang (Persia), Zeynep Gedizlioglu (Turchia), Tatsuya Kawasoy (Giappone), Ivan Solano (Spagna), Sebastian Rivas e Fernando Fiszbein (Argentina), […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018