Largo ai giovani, largo al “made in Italy“. Elvio Cipollone, con il brano “Concerto” si è aggiudicato la XIV edizione del Concorso Internazionale di Composizione Franco Evangelisti, che quant’anno è stato  dedicato alla combinazione sonora di sax ed elettronica. A cura dall’Associazione romana “Nuova Consonanza” e inserito in questa edizione nell’EMUfest, che si è tenuto al Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma, il riconoscimento è stato assegnato da una giuria di prima grandezza, questa volta composta da Alessandro Cipriani  (presidente della gara), Patrizio Esposito, Marc Sabat, Sven-Ingo Kock e Lidia  Zielinska. Due parole su Cipollone, che nel suo profilo vanta studi con importanti personaggi della composizione internazionale.

Di origini Venete – è nato a Verona nel 1971 – ha studiato composizione anche con gli autori Salvatore Sciarrino e Philippe Leroux. E’ stato finalista dei concorsi di composizione Gaudeamus (Amsterdam), Auros (Boston) e OFF (Parigi), ad è stato pure selezionato per la sessione di composizione “Voix Nouvelles” (Abbazia di Royaumont) e per quella del Domaine Forget (Quebec), dove ha ottenuto una commissione per il miglior pezzo presentato. È stato inoltre scelto per partecipare allo Stage d’Ètè e successivamente al Cursus dell’IRCAM. Ma non è t.utto

Oltre ai diplomi musicali infatti, Cipollone ha conseguito una laurea in Filosofia all’Università di Bologna, e una laurea seguita da un dottorato in musicologia all’Università di Strasburgo. È stato attivo come clarinettista e direttore d’orchestra, e ha insegnato composizione e informatica musicale all’Università di Strasburgo, all’Accademia di Belle Arti di Le Mans e all’IRCAM. Vive e lavora a Strasburgo da più di quindici anni.
In allegato: musiche di Franco Evangelisti