C’era una volta la Cosmic music, erano gli anni Sessanta. La Germania era uno dei Paesi più forti in questo genere. Se non il più forte. Anni Duemila, la Cosmic non è morta anzi rilancia, con una serie di date nel 2012 di uno dei gruppi storici e inossidabili, i Tangerine Dream.

Ma facciamo un po’ di storia. Si tratta di un genere che all’epoca era sperimentale; famose anche formazioni come Ash Ra Tampel, Neu! e Kraftwerk. Il periodo in cui queste band agivano ha contribuito non poco alla nascita e all’evoluzione della musica elettronica, dell’ambiente music e musica alternativa New age.

Il genere è un mix di progressive, sonorità artificiali e idee della musica contemporanea di matrice classica o forte, che dir si voglia. Gli anni in cui si diffonde sono quelli di Stockhausen, della scena di Canterbury e dell’uso dei primi sintetizzatori. Ora si può ritornare a quelle atmosfere, gustandosi le date dei Tangerine.

Ecco gli appuntamenti italiani del tour europeo dei Tangerine Dream, definiti dal New York Times la “miglior synth band del mondo”. I pionieri del rock elettronico si esibiranno a il 5 maggio a Padova (Teatro Geox) e il 6 maggio a Milano (Teatro degli Arcimboldi). Nel tour “concept” una scaletta di due ore e mezza, in cui i nuovi brani si fondono con i classici dei decenni passati.

I Tangerine Dream con le loro opere, mistiche e visionarie, sono i massimi rappresentanti della kosmische musik, la musica cosmica, quella straordinaria ’new wavè elettronica esplosa in Germania all’alba degli anni Settanta, che ha rivoluzionato per sempre l’elettronica aprendo la strada al synth-pop degli anni Ottanta e anticipando di due decenni la stagione della new age. La formazione del gruppo ha subito vari cambiamenti negli anni, avendo però come perno indiscusso il fondatore Edgard Froese.
In allegato: musiche dei Tangerine