Luoghi / Da Galuppi a Glass, 10 anni di recital al Quirinale

Tra i luoghi della musica c’è anche il Quirinale, a Roma, precisamente la Cappella Paolina. Che da dieci anni ospita concerti; ed è arrivato il momento di festeggiare. Per l’anniversario è stata già fissata la data del concerto, domenica 4 marzo. Il programma, che verrà proposto dalla pianista romana Alessandra Celletti, a parte la presenza di brani firmati Baldassarre Galuppi, del Settecento, tutto il resto – assai interessante –  sembra pure un po’ un omaggio all’attuale al capo dello Stato Giorgio Napolitano, sensibile anche alle avanguardie musicali e contemporanee; o almeno lo era in gioventù e probabilmente dunque lo è ancora. Erik Satie, John Cage, Karlheinz Stockhausen, oltre ai […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Incontri / La “scuola sarda” di Garau

Non mancate Garau. Certo, mercoledì 29 febbraio bisognerebbe trovarsi in terra siciliana per il suo concerto, esattamente a Palermo (precisamente al Conservatorio Vincenzo Bellini, alle ore 21); per la maggior parte non sarà possibile. Intanto, allora, si può cominiciare a conoscerlo almeno a distanza, online. Trattasi di “scuola sarda”. Sì, preché Lucio Garau, classe 1959, cagliaritano vive e opera legato alla sua isola. Curriculum di tutto rispetto e buone recensioni – nel concerto verranno eseguiti i suoi “Contrappunto” (2009) e “Fungaia” (2011) e brani di uno dei grandi del Novecento, Giacinto Scelsi. Di Garau si dice che “si muove fra tecniche nuove e […]

  

Compositori / Gli inediti di Ruth Crawford Seeger

  Serata inaugurale del ciclo “Cinema Muto & Live Music“, all’Auditorium san Fedele di Milano, mercoledì 22 febbraio (via Hoepli 3, ore 20.30), con il pianista Alfonso Alberti che proporrà un raffinato collage di musiche americane colte e popolari degli anni Venti, tra cui brani di Charles Ives e alcune opere inedite della compositrice Ruth Crawford Seeger (1901-1953), considerata tra i compositori più importanti e originali del Novecento americano.   Perlopiù attiva negli anni Venti e Trenta del Secolo Novecento, la Seeger scrisse opere atonali influenzata da Alexander Scriabin: la sua musica è condita di dissonanze, post armonie, ritmi irregolari. Ha iniziato la sua […]

  

Memoria / Gli strani oggetti di Monk

Se il jazz nel suo procedere ha avuto sbandate, è diventato sbilenco, ha deviato per assumere stili insoliti e stupefacenti, se è diventato un’altra cosa, se ha suscitato l’interesse dei compositori con la “C” maiuscola – almeno per loro – tutto questo lo si deve anche e molto a lui, al pianista Thelonius Monk. L’occasione per ri-parlarne la offre una data: 30 anni or sono moriva per un malore, Ictus. Era il 17 febbraio del 1982. Da qualche anno aveva smesso di suonare, ma con i suoi settanta pezzi composti aveva fatto tutto quel che doveva fare. Ancora oggi la sua musica non smette […]

  

Composizioni / Il pianoforte infernale di Boccadoro

C’è un compositore che chiede al pianoforte e al pianista l’impossibile? Sì, ogni tanto c’è. Nella storia, ce ne sono stati molti, nel secolo dei grandi virtuosimi per esempio, l’800. Ma anche dopo in tanti non hanno scherzato. E la questione non è morta lì, prendi il XX secolo. Giovedì 16 febbraio a Roma nel corso di un recital di Giuseppe Albanese, presso il teatro Argentina – ore 2,15, per l’Accademia Filarmonica -, verrà presentato anche “Succede ai pianoforti di fiamme nere“, scritto da Carlo Boccadoro,  uno dei fondatori e animatori dell’ensemble Sentieri Selvaggi, per questa occasione autore in solitaria. […]

  

Colonne / In teatro o al cinema purché sia un fantasma

A proposito di primati, se c’è un’opera letteraria tra le più trasposte, questa è certamente “Il fantasma dell’opera“, in francese “Le Fantome de l’Opéra” del 1910, romanzo dello scrittore Gaston Leroux. Lo dimostrano i numeri. Basta prendere l’ultima cifra messa in circolazione, ovvero quel 10mila che sta per le repliche del soggetto trasformato in musical negli Usa: uno spettacolo che ha sicuramente cambiato in maniera radicale il panorama di Broadway. In scena consecutiva dal 1988, dunque da 24 anni, messo in piedi al costo di 8 milioni di dollari, “The Phantom” sino ad ora ne ha fatti incassare 845. Un successo che […]

  

Compositori / Gentile alla conquista degli Usa

Finalmente c’è anche il nostro turno. No, non solo maestri stranieri qui, in Italia, messi sotto la lente. La loro musica, i loro metodi compositivi, la loro storia personale e artistica. Anche noi, l’Italia ha da insegnare al resto del mondo. E dall’altra parte dell’oceano lo sanno bene. Basta sfogliare l’agenda internazionale degli appuntamenti culturali e ci si accorge che non sono poche le proposte italiche da qui a poco. Qualche esempio? Uno per tutti riguarda una compositrice romana che non ha bisogno certo di presentazioni. Si tratta della compositrice Ada Gentile (http://www.adagentile.it/biogr.htm).  Ecco, venerdì 24 febbraio 2012 alla Columbia University, Horace Mann […]

  

Dibattito / Si fa presto a dire “largo ai giovani…”

 “Giovani qua giovani là giovani su…”. Metteteci il sonoro e vi parà di ascoltare un’aria del Barbiere di Siviglia. Giovani dappertutto, come il Figaro rossiniano. In questo caso i timidi protagonisti sono gli under 25: corteggiati, chiamati, adulati, agevolati, naturalmente come pubblico-consumatore. I ragazzi e le sirene della pubblicità, gli sconti, a volte da paura; perché giovanotti e fanciulle chissà perché, non di rado per la cultura possono tirar fuori solo qualche soldino. Il resto se ne va in sigarette, discoteca, pizza&Coca, e nei gelati da pagare per galanteria alla ganza. Un concerto con musiche di Bruno Maderna, che non […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018