Sentieri selvaggi presenta una nuova tappa della stagione Ritratti e paesaggi con la musica contemporanea. L’appuntamento è per mercoledì 30 maggio alle ore 19,30 nella sala Bausch del teatro Elfo Puccini di Milano. Il concerto è il primo dei due paesaggi musicali che danno il titolo alla stagione ed è dedicato alla scena musicale italiana più innovativa.

Il programma presenta brani di autori distanti tra loro, per generazioni o per scelte artistiche, lungo un arco temporale molto vasto che va da Luciano Berio fino ai nostri giorni. Tra questi Armando Gentilucci, nella cui musica prevale la dimensione espressiva contro ogni procedimento meccanico, Francesco Antonioni, autore che sin dall’esordio alla Biennale di Venezia 2001 si è distinto per la sua musica ricca di inventiva, di freschezza e di indipendente originalità, Carlo Galante, allievo di Niccolò Castiglioni al Conservatorio di Milano, Nicola Campogrande, tra i più interessanti compositori della nuova generazione italiana, le cui partiture comunicano un senso di ottimismo pieno di emozioni.

In programma anche la celebre Sequenza VIII per violino di Luciano Berio e Impulse III di Luca Francesconi. La scelta dei brani vuole mettere in evidenza gli orientamenti stilistici e le premesse estetiche che hanno reso originale la scrittura musicale di ognuno degli autori e allo stesso tempo mostrare come in fondo essi condividano un comune denominatore: una vibrante tensione comunicativa, che scaturisce ora dal carattere teatrale dell’aspetto esecutivo ora da una forte ispirazione narrativa.

I biglietti saranno in vendita presso la biglietteria del Teatro Elfo Puccini in Corso Buenos Aires 33, per informazioni e prenotazioni tel. 02 00 66 06 06 tutta la settimana (info: www.sentieriselvaggi.org)
In allegato: musiche di Carlo Galante