Racconto 5 / “Non entrate in quell’auditorium…”

Il racconto (si sa) ha avuto un calo di popolarità – e non parliamo di quello musicale che praticamente è sempre stato un fanalino di coda -. La musica, i suoi strumenti, i suoi protagonisti hanno ispirato poco quanti per necessità o professione o semplicamente per passare il tempo si sono cimentati e si cimentano con le parole. Eppure i soggetti non mancano. Dal pianoforte al flauto traverso, dalle arie barocche ai tempi irregolari di una sonata del Novecento, fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’elettronica, la computer music e la rivisitazione in chiave moderna delle antiche polifonie. Un […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Memoria / I compositori di Terezin

A Terezin, cittadina della Repubblica Ceca, fino al 1945 passarono migliaia di deportati verso Auschwitz; anche tre musicisti di origine ebraica, Viktor Ullmann, Gideon Klein e Erwin Schulhoff, di cui il pianista Orazio Sciortino eseguirà alcuni brani nel concerto “Musica a Terezin”, che si terrà venerdì a Milano. Molti musicisti vennero quindi convogliati verso Terezin dove, per circa tre anni, si scrisse musica che venne anche eseguita spesso con strumenti costruiti con materiali di recupero. Schulhoff, fu tra i compositori più rappresentativi della musica delle avanguardie storiche di primo Novecento proibita dal nazifascismo. Nel salone degli affreschi dell’Umanitaria, Sciortino eseguirà […]

  

In ascolto / Capurso, se il tempo non si ferma all’Alfa

Terza puntata della rubrica In Ascolto, presentazioni-recensioni di Fuori-Tono di nuove opere. Prima la testimonianza dei musicisti (compositori e interpreti), poi il commento all’ascolto. Il cd si intitola “Après Alfa” (Sedam), l’autore è Elisabetta Capurso (http://www.cidim.it/cidim/content/314619?id=242495&nc=Elisabetta_Capurso). di Elisabetta Capurso Après Alfa fonda la sua struttura sulla concertazione fra il quartetto di sassofoni, i timpani, l’orchestra d’archi.  Le tre sezioni strumentali possono vivere anche di una realtà musicale autonoma, dando luogo così ad ampie frasi musicali caratterizzate da una particolare ricerca del suono, dei diversi timbri sonori, della vivace coloritura orchestrale. Infatti , nonostante l’amalgama continuo tra archi , timpani e […]

  

Ricorrenze / L’integrale delle “Sequenze”: per non dimenticare Luciano Berio

Per ricordarlo con concerti e iniziative si sono mossi persino il “diavolo” e l’acqua santa della musica, ma anche un apostolo milanese del pianismo minimale. Ovvero, per ordine: il Divertimento Ensemble governato da Sandro Gorli, che coi suoi da certo pubblico viene considerato l’ala più ortodossa della contemporanea europea, i Sentieri Selvaggi cappeggiati da Filippo Del Corno e Carlo Boccadoro, per gusti e legami di partenza più verso l’America di Glass e Reich, e – dulcis in fundo – Ludovico Einaudi che per la ricorrenza ha già giocato fuori casa, con un’iniziativa a Roma. Nei nuovi appuntamenti, la gentile presenza di alcune delle […]

  

Rassegne / “Anno Italia” al via a Porto: 100 composizioni, 40 autori

Al via a Porto, l’Anno Italia. Tra le musiche scelte per l’inaugurazione della stagione annuale della Casa della Musica anche quelle di Luciano Berio, di cui ricorrono i dieci anni dalla scomparsa. Tema, il repertorio italiano dal Rinascimento al XXI secolo. E ancora jazz e dintorni, fino al 20 gennaio. Sabato, per cominciare saranno protagoniste le musiche dei contemporanei Francesconi, Battistelli, Sciarrino e Berio. Il programma è affidato a tre delle quattro formazioni stabili della Casa da Musica (Orquestra Sinfònica do Porto Casa da Mùsica, Remix Ensemble Casa da Mùsica, Coro Casa da Mùsica). Per la musica antica saranno ospitati invece […]

  

Il recital / Da Reich a Sollima, le esplorazioni ritmiche dei Tetraktis & Carbonare

Gli strumenti a percussione formano la famiglia più numerosa e ricca di colori nella musica. Le immense possibilità sonore delle percussioni, tra le quali va annoverato anche il pianoforte, sono state esplorate soprattutto dalla musica del Novecento, un secolo fin troppo ricco di ritmi, esplosioni, rumori e nervi a fior di pelle. Tetraktis è un termine greco legato al pensiero dei pitagorici e indica la successione aritmetica dei primi quattro numeri interi, rappresentata simbolicamente da un triangolo equilatero. Queste caratteristiche matematiche e filosofiche sono state scelte da un gruppo di musicisti italiani per dar vita a un ensemble di percussioni, […]

  

In onda / Da Cage in poi… Il viaggio di Cristina Zavalloni

A sentirla cantare – chissà quante volte l’hanno detto – la mente corre alla voce che ha accompagnato le avventure di Luciano Berio: Cathy Barberian che fu sua moglie, storicamente parlando figura di spicco della musica contemporanea a cavallo fra gli anni Sessanta e Settanta, insignita di prestigiosi premi quali il Grammy Award nel 1972, ’73 e ’74 e il Grand Prix du Disquee e dal 1950 al 1964. Fatto il paragone c’è comunque da dire che le voci sono diverse e sono passati decenni. Tutto cambia. Stiamo parlando di Cristina Zavalloni, classe 1973, reduce da una tourneè in Thailandia, […]

  

Scaffale / La contemporaneità in jazz secondo Sessa

La contemporaneità nel jazz è uno di quegli argomenti che si rintracciano meglio sui nuovi media, certo nelle riviste specializzate del genere, quando non la fanno da padrone il “tradizionale”. Per contemporaneità si intendono i musicisti della scena musicale attuale o appena trascorsa – diciamo degli ultimi decenni – che fanno ricerca. Negli scaffali delle librerie si rintracciano anche titoli recenti (non magari usciti ieri) che vale la pena di acquisire per la propria collezione, per  completezza, ben fatti, perché trattano di strumentisti-compositori ben lontani dall’essere storicizzati (almeno alcuni e non pochi), nomi che fanno storia lungo il cammino della storia moderna e che qualcuno […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018