Racconto 11 / “Charlie, ecco il diario di un Minuto…”

Il racconto (si sa) ha avuto un calo di popolarità – e non parliamo di quello musicale che praticamente è sempre stato un fanalino di coda -. La musica, i suoi strumenti, i suoi protagonisti hanno ispirato poco quanti per necessità o professione o semplicamente per passare il tempo si sono cimentati e si cimentano con le parole. Eppure i soggetti non mancano. Dal pianoforte al flauto traverso, dalle arie barocche ai tempi irregolari di una sonata del Novecento, fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’elettronica, la computer music e la rivisitazione in chiave moderna delle antiche polifonie. Un […]

  

Scritto in Varie -
1 Commento »  

Sistemi compositivi 2 / La musica microtonale di Gubaidulina (Leone d’oro 2013 a Venezia) & Co.

Una delle più belle definizioni la diede il compositore americano Charles Ives:  “La musica micro-tonale? E’ quella con le note tra le fessure” del pianoforte”. Proprio così: immaginate di prendere il suono di una nota e dividerlo a metà (mezzo tono) e quella metà ancora a metà… ecco quello, il risultato è il microtono. Logicamente col piano non si può fare – ci sono tasti bianchi e neri che procedono per mezzi toni  – ma con altri strumenti sì: vedi  gli archi. Insomma un modo al di là dell’antico sistema temperato da esplorare. Curiosità: la musica più antica, probabilmente micro tonale, […]

  

Aspettando la Biennale 2 / Bianchi, Sinigaglia e Varetti: i primi italiani del festival di Venezia

Aspettando la 57esima edizione del Festival internazionale di Musica contemporanea di Venezia, secondo anno dell’Era Ivan Fedele (4 ottobre-13 ottobre) sempre riguardo alla kermesse può essere interessante andare alla scoperta dei pionieri del Festival, i nomi coi quali c’è stato l’esordio. Correva l’anno 1930, da allora quanti musicisti, interpreti, compositori sono passati nella città Serenissima. Tra gli italiani messi in scena agli esordi, la palma va alla pattuglia Bianchi-Sinigaglia-Varetti, rispettivamente coi seguenti brani: Concerto per orchestra, Lamento, in memoria di un giovane artista, e Sinfonia Italiana. Una serie di prime esecuzioni assolute, tranne l’ultima partitura stando alla storiografia scritta nel […]

  

Etichette / Musiche sperimentali: i primi 20 anni di “Setola di Maiale”

C’era una volta una Setola di Maiale: no, niente paura, non è l’incipit di una favola un poco strampalata, ma il nome di un’etichetta indipendente, nell’ambiente delle musiche non convenzionali assai conosciuta (http://www.setoladimaiale.net/). Ebbene, questa sigla, che ha prodotto centinaia di cd di altrettanti artisti-musicisti fuori dai soliti circuiti commerciali, ha compiuto venti anni di attività. Un’occasione per ricordare questa realtà. Ma prima di tutto un po’ di storia. Correva l’anno ’93: la sigla nasce “per esigenza dei musicisti Stefano Giust e Paolo de Piaggi, che abbandonerà qualche anno più tardi”, spiega. Obiettivo principe: cercare di colmare – come si […]

  

Calendario / Musica contemporanea e parole: tutti gli appuntamenti del Festivaletteratura

Rapporto musica e architettura, musica ebraica, quando il jazz venne divorato: quanti appuntamenti dal Festivaletteratura (4-8 settembre) di Mantova. Non solo note da sentire, anche incontri e dibattiti. E a proposito ecco un mini-calendario su alcuni appuntamenti della kermesse lombarda annuale, che apre l’autunno con temi anche sulla musica (http://www.festivaletteratura.it/). Il “là” viene dato dagli “Spartiti fantastici” di Chiara Carminati e Pia Valentinis (5 settembre) un incontro dedicato ai bimbi tra gli 8 e gli 11 anni. Lo stesso giorno “Musica e architettura, dialoghi del tempo e dello spazio” a cura di Giovanni Bietti e Luca Molinari. In serata “L’anno in […]

  

Ritratti / Quel Nin schiacciato da Anais e Ravel

Certe vite per un momento all’ombra di altre, eppure storie da raccontare. Chissà forse è il caso di quella di Joaquìn Nin-Culmell (1908-2004), amico e compagno di viaggi del ben più noto compositore Maurice Ravel e fratello della controversa scrittrice Anais Nin – della sua figura si accenna in Mahler sul lettino di Freud e altre storie di Giovanni Iudica – (123 pagg, La Vita Felice). Un personaggio del secolo Novecento meno raccontato, nel suo tempo comunque di successo, anche a livello internazionale. Chi era costui? Nin, che fino a tarda età continuò a comporre, arrivo a insegnare alla Berkeley in California. […]

  

Pillole amare / I Grandi del Novecento scomodati per niente

MA LASCIATE IN PACE IL “POVERO” SATIE L’altro giorno si parlava di una nuova pianista pare di marca minimal, una di quelle che adesso sta facendo il gir: bella (non c’è che dire), brava (sentito il cd) e accattivante (immagine costruita ad hoc). Tra gli addetti ai lavori qualcuno di che che la sua musica ricorda quella del compositore del Novecento francese Erik Satie. Per carità ognuno può dire quello che vuole, e in fondo a sentire la sua musica, con le dovute proporzioni, è anche un poco vero. Ma qui non è in contestazione la proposta musicale – ognuno […]

  

Fondazione Cini / Documenti, lettere e studi: che tesoro in casa Vlad

L’Istituto per la Musica della Fondazione Giorgio Cini di Venezia ha acquisito l’archivio di Roman Vlad, (http://it.wikipedia.org/wiki/Roman_Vlad) compositore, pianista, critico musicale, musicologo, direttore artistico, autore radiofonico e televisivo, insignito nel 1995 della Medaglia d’oro ai Benemeriti della cultura e dell’arte da parte della Presidenza della Repubblica Italiana. Vlad ha donato alla Fondazione Cini il suo archivio personale, composto da un ampio e variegato corpus di documenti autografi e a stampa in cui si riflettono tutti gli aspetti della sua intensa attività. Circa 6.000 materiali preparatori (tra schizzi abbozzi e belle copie manoscritte), 4.000 i fogli di appunti manoscritti, 5.000 le […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018