Omaggio a Goffredo Petrassi, a dieci anni dalla sua scomparsa. Il primo dicembre, nella Sala Casella a Roma, l’Accademia Filarmonica Romana e l’associazione Nuova
Consonanza rendono omaggio a una delle figure centrali del Novecento musicale italiano con il concerto Goffredo Petrassi e la Scuola Romana (alle 18,30 e alle 21). Interpeti il Gruppo Strumentale Musica d’Oggi diretto da Enrico Marocchini e il soprano Marta Vulpi, specializzati nel repertorio della musica contemporanea.


Figura centrale della composizione contemporanea e punto di riferimento della scena romana di secondo Novecento, che la Filarmonica ha avuto come direttore artistico dal 1947 al 1950, Petrassi viene ricordato nel decennale della scomparsa con il suo Sestina d’autunno. Veni, creator Igor (1981-82), composto come omaggio a Stravinskij nel centenario della sua nascita. Il concerto segue l’esecuzione di opere di alcuni dei suoi allievi – Mauro Bortolotti (Recitativo obbligato, 1986) ed Ennio Morricone (Fluidi, 1988) – e di compositori che hanno assorbito la sua presenza a Roma, come Marcello Panni, Francesco Pennisi e Alessandro Sbordoni.
In allegato: musiche di Petrassi