La storia / Tutto comincia in un negozio… Così magari nascono altri Vijay Iyer

Quando avete ascoltato musica? Il primo disco? Il primo concerto? Ognuno dica la sua… Se inizia una storia con la musica, il primo incontro, poi il legame se sboccia e, ancora, il viaggio. Chi scrive ricorda “la prima volta”: una febbre da cavallo all’età di sette anni, la mamma che arriva con un  33 giri versione economica con le toccate e fughe di Bach eseguite per organo. Da allora Bach non mi ha mai abbandonat è un punto di riferimento. Poi la prima tastiera, un harmonium scoperto in una saletta dell’oratorio, primi passi da autodidatta, la tastiera a casa e […]

  

Incontri tv / Violoncello, meno male che c’è… Sollima

Ogni tanto vien da dire meno male che c’è Rai5, un canale tv che si sta dimostrando sensibile alle cose di musica. L’ultima dimostrazione è a breve. È il grande violoncellista Giovanni Sollima il protagonista della puntata di Petruska dal titolo “Uno per tutti…”, in onda su Rai5 giovedì  27 febbraio alle 21.15.  Insieme a Michele dall’Ongaro, Sollima racconta il suo rapporto con lo strumento: “La musica è come un organismo vivente – dice all’Ansa – è sempre stata pensata e creata per gli strumenti che dovevano suonarla, e questo le conferiva grande forza e freschezza. Oggi, quando compongo, cerco di fare lo […]

  

Documenti del ‘900 / La lectio magistralis di Igor Stravinsky

Chissà se Igor Stravinsky, indicato come uno degli uomini-chiave della svolta Novecentesca, fosse rimasto nella sua Russia… Emigrato negli Usa, nella sua seconda vita, oltre che la sua musica al pubblico offrì il suo “sapere” in maniera verbale. Basta gironzolare per gli scaffali di una grande magazzino musicale ed ecco spuntare una copertina arancione e il seguente titolo stampato: “Poetica della Musica”, firmato Igor Stravinsky (edizioni Curci) Direi da non perdere. Trattasi del “ciclo di conferenze che Igor Stravinsky tenne nell’anno accademico 1939-40 per gli studenti dell’università di Harvard negli Stati Uniti”. E ancora: “Si tratta dell’esposizione chiara e diretta di […]

  

Dibattito / Se esiste un’altra via per raccontare la musica

Ci sarà un altro modo di rappresentare la musica fuori dalla musica eseguita, raccontarla, esplorarla. Spesso quando si legge sull’argomento si intraprende un viaggio intorno alla musica. Storie, aneddoti, personaggi, tutto ben incartato, sapori dolci e nuvolette, uno slalom continuo tra i toni reclamizzanti, colori pastello e buon senso. La penna scivola sulla superficie, nessuno si fa male, nessuno si sporca le mani. E la critica di tanto in tanto quando fa capolino spesso è un affare da storici-filosofi-intellettuali. Sui contenuti della musica, la materia di cui è fatta, come evolve, dove va, l’origine e la destinazione, poco o niente. […]

  

Pillole amare / Se la cultura musicale viene “svenduta”

Quando in libreria cade… la mascella. Perché? A volte è una questione di prezzi. Un esempio per tutti, tratto da una storia vera, capitata qualche giorno fa a chi scrive. E’ vero che la cultura ha un “peso”?  Pare che in certe situazioni no, proprio no… Lasciamo perdere le leggi del mercato… E se bisogna dar retta anche all’equazione più richieste/più valore (dunque prezzi alti), allora stiamo freschi. Per venire al sodo: E’ capitato, nella suddetta libreria di cui non si fa volutamente il nome, di trovare un’opera di estetica musicale firmata da un autore di tutto rispetto, ovvero il professor Eugenio Trìas […]

  

Iniziative / Caccia ai magnifici 50 per la musica dell’Expo

Un palcoscenico per il binomio musica nuova e ambiente. Sarà  all’interno del Padiglione Italia, durante l’Expo Milano 2015. Obiettivo: l’esecuzione di 50 partiture inedite per ensemble, ideate da altrettanti compositori selezionati dalla giuria internazionale del concorso Nutrire la Musica. è stato presentato il bando per le selezioni. Bisognerà “valorizzare attraverso la musica la complessa tematica della nutrizione legata al tema di Expo”. Al concorso possono partecipare compositori under 40 che dovranno inviare entro il 30 maggio la partitura di un componimento cameristico già esistente. Se selezionati, dovranno poi presentare la partitura della nuova composizione entro il 31 gennaio 2015.  Tra le 50 nuove composizioni, che verranno […]

  

Riconoscimenti / Pavle Merku, la voce della cultura solvena

Il compositore triestino di nazionalità slovena Pavle Merku è il vincitore del più prestigioso riconoscimento culturale in Slovenia, la velika Presernova nagrada per il suo lavoro svolto nell’ambito della musica, dello studio della lingua e dell’etnografia. La notizia è ancora ufficiosa, anche se confermata dallo stesso Merkù e rilanciata da diversi media sloveni e italiani. La premiazione ha avuto luogo ieri, 7 febbraio. L’8 febbraio in Slovenia è giornata festiva in ricordo del maggiore poeta sloveno France Preseren (l’8 febbraio 1849 è la data della sua morte). Ogni anno la Slovenia assegna i premi intitolati a Preseren a personalità che […]

  

il Blog di Luca Pavanel © 2018